Si è chiusa oggi l’ultima pagina della vicenda relativa al difensore Milan Milanovic. Il difensore serbo, che aveva già trovato e definito nei minimi particolari un accordo annuale con il Vicenza, ha chiesto ancora un paio di giorni per decidere, ma la società berica ha fatto sapere che non è più disposta ad attendere ulteriormente, avendo già puntato verso altri obiettivi per rinforzare il reparto arretrato. Nel ruolo un rinforzo è necessario, essendo la difesa ancora orfana di Manfredini che sta ultimando le cure al tendine d’Achille che l’ha bloccato nel finire della passata stagione, e perchè sia Gentili che Camisa sono sulla lista dei partenti, con il difensore leccese che ha, almeno al momento, rifiutato la proposta arrivata da Como.

A centrocampo è invece in stand by la posizione di Roberto Gagliardini che con cui il Vicenza ha raggiunto da alcuni giorni un accordo firmato per il trasferimento, ma la trattativa è tenuta bloccata dall’Atalanta nonostante il mediano di Bergamo spinga per vestire la maglia biancorossa. Gagliardini, è l’obiettivo primario voluto da Pasquale Marino per rinforzare il centrocampo del Vicenza, anche se la dirigenza berica sta sondando con il Napoli la possibilità di acquisire le prestazioni di Jacopo Dezi, che nella scorsa stagione ha giocato nel Crotone. Bloccata è sempre anche la situazione di Mame Thiam che il tecnico di Marsala ha messo in cima alla lista delle sue preferenze per rinforzare il reparto offensivo. Al momento però la Juventus, impegnata in altre trattative molto più importanti, non ha ancora affrontato la questione relativa a Thiam, cosa che il Vicenza sta spingendo accada nei primi giorni della prossima settimana. L’arrivo dell’ex centravanti del Lanciano aprirebbe alla cessione di Giacomelli, richiesto dal Lecce in lega Pro, ma che attende una chiamata dalla serie B. Infine è stato perfezionato con la Lucchese l’acquisto del centravanti Filip Raicevic, che molto probabilmente verrà girato in Lega Pro, con il pari ruolo Niko Bianconi che nell’operazione passerà alla Lucchese