Ebagua e il Vicenza, prove di accordo

Articolo pubblicato: 10 gennaio 2017 – 09:28 nella cateogoria Mercato, PRIMO-PIANO. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Redazione

Poco meno di una settimana di calcio mercato con la solita marea di voci ed indiscrezioni spesso fondate su qualche parola tra addetti ai lavori e niente più. In casa biancorossa, ridotte al lumicino le speranze di arrivare a Sergio Floccari che comunque non ha ancora deciso dove andare a giocare, come vi avevamo anticipato da tempo l’attenzione si è spostata sull’ex Giulio Ebagua che nell’estate scorsa ha firmato un triennale con la Pro Vercelli. L’attaccante nigeriano in Piemonte non è riuscito a rendere come la dirigenza delle bianche casacche avrebbe voluto e di conseguenza il divorzio pare inevitabile. La Pro Vercelli nei giorni scorsi ha acquisito dal Carpi le prestazioni di Gianmario Comi con la formula del prestito con riscatto obbligatorio in caso di salvezza dei piemontesi, e di conseguenza la partenza di Ebagua ha preso ancora maggiore forza.

Il Vicenza oggi incontrerà il procuratore dell’attaccante nigeriano Graziano Battistini; le parti lavoreranno sull’acquisto con la formula del prestito andando magari a verificare se ci sono le condizioni per concordare una formula per un eventuale conferma nel prossimo giugno. Lo scoglio da superare riguarda la parte economica, con la dirigenza berica che punta a retribuire Ebagua alle stesse condizioni che l’ex biancorosso ha firmato con la Pro Vercelli, intesa decisamente più bassa rispetto alle pretese estive di Ebagua quando con la società biancorossa si è trattato il rinnovo contrattuale. L’intesa tra il Vicenza ed Ebagua non è scontata, ma il giocatore sarebbe contento di giocare di nuovo a Vicenza dove ha contributo in maniera importante alla salvezza dello scorso campionato e lasciato tanti amici nel gruppo. Il Vicenza dal canto suo, punta sul fatto che Ebagua conosce già l’ambiente, piace a mister Bisoli e quindi l’ambientamento potrebbe essere di fatto quasi automatico.

In uscita, per liberare il posto in attacco ad Ebagua, c’è Matteo Di Piazza che piace a tante società di Lega Pro che però al momento non hanno ancora formulato richieste concrete. Nelle ultime ore, oltre alle solite Lecce, Foggia e Venezia, è spuntato anche il Catania, con la situazione che potrebbe sbloccarsi da un giorno all’altro. Non si registrano novità invece per Filip Raicevic, che rimane sempre molto chiacchierato a Bari. “Conosco da tempo Sean Sogliano e so che Raicevic è un giocatore che gli piace – sottolinea Gabriele Savino, procuratore dell’attaccante montenegrino – come ho già detto tante volte ad agosto il Bari è stata la società che più concretamente ha cercato di prendere Filip, ma al momento non ho più sentito nessuno. Siamo solo ai primi giorni di mercato e fino al 31 può succedere di tutto, ma Raicevic sta bene a Vicenza, ha la stima di Bisoli e l’unico pensiero è quello di contribuire al meglio per la causa biancorossa“. Savino, che segue gli interessi anche del giovane terzino Davide Bianchi, spiega la posizione del suo assistito. “Ritengo che per lui sarebbe opportuno mandarlo a giocare per fare esperienza, ma ne parleremo con la società. Qualche interessamento c’è, vedremo anche per Bianchi come evolverà il mercato“.

Nel reparto offensivo resta in bilico la posizione dell’esterno brasiliano Fabinho che piace a parecchie società di serie B e di Lega Pro, ma al momento in via Schio non sono arrivate offerte concrete. Così come non hanno fondamento le voci uscite sui vari Gaetano Masucci, Mattia Aramu e Alexis Zapata del Perugia. “Non sono giocatori che stiamo trattando” precisa il direttore sportivo del Vicenza Antonio Tesoro che resta molto coperto sulla questione relativa al centrocampista che la società di via Schio intende inserire in organico per rinforzare il reparto. Per Robert Gucher il Vicenza sembra (ma nel mercato mai dare niente per definito)  aver lasciato la presa anche se il mediano austriaco non vuole andare all’Avellino nonostante il Frosinone lo spinga verso quella destinazione. Più defilata la posizione di Ronaldo Pompeu Da Silva il cui ingaggio è del tutto fuori dai budget della società biancorossa. (fonte Corriere del Veneto)


Messaggio precedenteLa Pro Vercelli tra Ebagua e il Vicenza