Dopo Vicenza-Trapani: le parole dei biancorossi

Articolo pubblicato: 4 aprile 2017 – 22:37 nella cateogoria News, PRIMO-PIANO. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Giada Mazzucco

Il Vicenza cade in casa con il Trapani. Le principali dichiarazioni dalla sala stampa del Menti:

Bisoli: “Non si salva niente, sono il primo responsabile. La tensione forse ci ha creato problemi, non abbiamo giocato. Giusto che il pubblico ci abbia fischiato, io ci metto la faccia e chiedo scusa per la brutta prestazione. Ci sono otto finali da giocare, i play out sarebbero un’altra possibilità per salvarci. Io vengo criticato ed è giusto perché sono il primo responsabile. Rimango convinto che a maggio ci salveremo. Se sono in bilico dovete chiederlo al presidente, fa parte del nostro gioco essere criticati. Sto dando tutto a squadra e città, giovedì partiremo per Roma per preparare la partita con il Latina. Non sono andato sotto la curva perché non mi sembrava giusto fare il lecchino, sono abbastanza triste dopo una partita così. Domani dobbiamo pensare subito al Latina, se il problema sono io sono pronto a parlare con il Presidente. La differenza con il Trapani l’ha fatta la libertà di testa, nelle giocate. Devo guardare negli occhi i giocatori, dopo che si sono parlati tra loro, per capire se si fidano ancora di me. Due giocatori che vengono da parecchi giorni di recupero come D’Elia ed Ebagua bisogna solo ringraziarli, a questa squadra non ho niente da rimproverare. Ci metto la faccia, mi prendo gli insulti, giovedì andremo in ritiro (già preventivato) per vincere e tirarci fuori da questa situazione. È la preoccupazione del non portare a casa la vittoria che non ci fa giocare tranquilli”.

Giacomelli: “Sappiamo di aver sbagliato tutto. Non siamo riusciti nè a fare la partita nè a portare a casa i 3 punti. Ci prendiamo le nostre colpe, da domani dobbiamo cambiare registro perché quella di stasera è stata la partita più brutta da quando sono qui. Dobbiamo tirare fuori le palle, io in primis. Non credo sia un problema fisico ma mentale, dobbiamo sbloccarci e cambiare passo anche se in questo momento meno si parla meglio è”.


Messaggio precedentePisa in extremis, quarto pareggio per Cagni, Latina e Ternana ko