La prossima Serie C e le sfide dei biancorossi

Articolo pubblicato: 18 giugno 2017 – 10:27 nella cateogoria Serie C. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Giovanni Barcaro

Con la vittoria del Parma sull’Alessandria si è chiusa ieri la stagione 2017/2018 della Lega Pro che dalla prossima stagione si chiamerà nuovamente Serie C in quanto “identità riconosciuta dai tifosi”. E in quella categoria tornerà il Vicenza dopo 3 stagioni in B. Quel 2013/2014 iniziò con la penalizzazione di 4 punti nata per un passaggio societario mai avvenuto (la storia evidentemente non insegna); fu la stagione di Lopez come allenatore, Jadid, Mustacchio e Maritato in campo e dell’uscita al primo turno dei playoff ai rigori contro il Savona.

Nella stagione che verrà prenderanno parte 60 squadre divise in 3 gironi. Saliranno in B le prime di ogni raggruppamento seguite dalla vincitrice dei playoff allargatissimi (disputati dalla seconda alla decima oltre alla vincente della Coppa Italia di categoria) mentre finiranno tra i dilettanti le ultime 3 (la maglia nera direttamente, le altre due tramite eventualmente i playout). Rispetto a questa stagione non faranno parte del prossimo campionato Cremonese, Venezia, Foggia e Parma salite in B, così come Tuttocuoio, Lupa Roma, Racing Roma, Forlì, Lumezzane, Ancona, Vibonese, Melfi e Taranto scese tra i dilettanti. Vi dovrebbero essere (il condizionale è d’obbligo in qualche caso) le retrocesse Trapani, Vicenza e Pisa (non il fallito Latina) e le promosse Cuneo, Monza, Mestre, Ravenna, Gavorrano, Fermana, Arzachena, Bisceglie e Sicula Leonzio.

Non essendo previste modifiche al criterio di divisione territoriale, il Vicenza -nel caso di regolare iscrizione- dovrebbe essere inserito nel girone centro-settentrionale trovando così diverse sfide con le corregionali. Basandosi su quanto visto quest’anno quindi, le avversarie dei biancorossi nel girone B potrebbero essere Albinoleffe, Bassano, Fano, FeralpiSalò, Fermana, Gubbio, Maceratese, Mantova, Mestre, Modena, Padova, Pordenone, Ravenna, Reggiana, Sambenedettese, Santarcangelo, Sudtirol e Teramo. Alla lista ne mancherebbe una, per competenza territoriale potrebbe essere il neopromosso Monza ma dipende anche dai ripescaggi, dalle società in bilico per l’iscrizione e dalla rimodulazione degli altri gironi. Sono tutte quindi ancora supposizioni, anche perché la stagione del Vicenza deve ancora iniziare e soprattutto passerà per la giornata cruciale di domani.


Messaggio precedenteAttesa per l'assemblea dei soci di domani