Giudice: un turno di stop per Comi, diffida per Romizi

Articolo pubblicato: 19 dicembre 2017 – 18:14 nella cateogoria Serie C. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Daniele Scaramella

Il giudice sportivo di serie C ha deliberato in merito alla diciannovesima giornata del girone B, squalificando in tutto 4 giocatori tra cui il biancorosso Gianmario Comi che dunque salterà la trasferta di Gubbio. Scatta invece la diffida per Romizi, giunto alla sua quarta ammonizione, mentre per il difensore Malomo, anche lui ammonito nel corso della gara contro l’Albinoleffe, si tratta del primo cartellino giallo stagionale.
Queste nel dettaglio le decisioni del giudice sportivo di serie C:

CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA’ IN AMMONIZIONE (X INFR)
GRITTI MATTEO (MESTRE)

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA’ IN AMMONIZIONE (V INFR)
MICELI MIRKO (SAMBENEDETTESE)
EL HASNI OUALID (TRIESTINA)
COMI GIANMARIO (VICENZA)

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (IV INFR)
GRIECO ROBERTO (FERMANA)
ZECCHIN GIANPIETRO (MESTRE)
ILARI CARLO (TERAMO)
ROMIZI MARCO AUGUSTO (VICENZA)

AMMONIZIONE (VI INFR)
BACINOVIC ARMIN (SAMBENEDETTESE )
GELONESE LUCA (SAMBENEDETTESE )
PORCARI FILIPPO (TRIESTINA)

AMMONIZIONE (III INFR)
FINK HANNES (SUDTIROL)
TAIT FABIAN (SUDTIROL)
CENCI CHRISTIAN (RAVENNA)
SIRIGNANO CIRO (SANTARCANGELO)
BRACALETTI ANDREA (TRIESTINA)

AMMONIZIONE (II INFR)
SBAFFO ALESSANDRO (ALBINOLEFFE )
LANINI STEFANO (A.J. FANO)
LAZZARI ANDREA (A.J.FANO)
CAPPELLETTI DANIEL (PADOVA)
BALDAN MARCO (SUDTIROL)
CASAROTTO STEFANO (MESTRE)
DANZA DEJAN (PORDENONE)
SELLERI ALFONSO (RAVENNA)
ALTINIER CRISTIAN (REGGIANA)
ANGHILERI MARCO (RENATE)
FIETTA GIOVANNI (RENATE)
DALLABONA DANIELE (SANTARCANGELO)

AMMONIZIONE (I INFR)
FAUTARIO SIMONE (A.J.FANO)
TORELLI ALBERTO (A.J. FANO)
CANDIDO ROBERTO (PADOVA)
CLEMENTE GIANLUCA (FERMANA)
SAINZ MAZA LOPEZ MIGUEL ANGEL (PORDENONE)
BARZAGHI RICCARDO (RAVENNA)
MALOMO ALESSANDRO (VICENZA)


Messaggio precedenteAIC e giocatori del Vicenza annunciano lo stato di agitazione