Maurizio Salomoni Rigon

Salomoni: “Che cuore i tifosi, l’imprenditoria dovrebbe fare di più”

Articolo pubblicato: 13 febbraio 2018 – 07:54 nella cateogoria News. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Redazione

Sono giorni importanti per il futuro del Vicenza calcio e il presidente del Centro di Coordinamento Clubs Biancorossi spiega il suo punto di vista.

[…] “ Sono quasi commosso dalla generosità dimostrata dai tifosi del Vicenza – spiega il presidente del Centro di Coordinamento Clubs Biancorossi – c’è gente che ha già fatto l’abbonamento in estate, ha donato i 50 euro, ed è pronta a sottoscrivere un altro abbonamento per le sei gare di fine campionato (finora sono quasi 300 n.d.r.). Magari qualcuno di questi che ama veramente il Vicenza calcio ha qualche difficoltà ad arrivare a fine mese, eppure i tifosi biancorossi non hanno alcuna intenzione di mollare, né tantomeno di abbandonare la loro squadra del cuore “. […]

Nessuno lo dice ma i tifosi puntano a quota 100 mila, e se l’obiettivo fosse raggiunto sarebbe veramente un traguardo incredibile. “ Di fronte allo sforzo della gente comune ritengo che il mondo degli industriali avrebbe potuto fare un po’ di più perché è innegabile che il Vicenza calcio sia un patrimonio di tutti – sottolinea Salomoni – di sicuro la proposta di  sponsorizzare le poltroncine del “Menti” in Tribuna Centrale si può portare avanti con più incisività, con ben diversa aggressività commerciale, quasi con un porta a porta. Noi per esempio, come Centro Coordinamento Clubs Biancorossi, potremo dare una mano mandando un messaggio a tutti i presidenti dei Club per incentivare le sottoscrizioni. incaricando alcuni venditori a spingere l’iniziativa recandosi presso le aziende cercando di sensibilizzare chi ha le possibilità di sottoscriverla “.

Nel frattempo si avvicina la scadenza del 15 di febbraio e c’è la speranza che gli stipendi possano essere finalmente pagati non solo ai calciatori, ma anche ai dipendenti e collaboratori. “ La verità è che c’è un po’ di timore perché possa arrivare un’altra penalizzazione – sottolinea Salomoni –  i soldi (750 mila euro n.d.r.) che la Lega ha deciso di escutere ci sono ma non è ancora ben chiaro quando e come potranno essere usati. La squadra sta facendo bene, ma adesso è giusto che gli stipendi arrivino. Non troverei corretto rinviare ancora, anche perché sabato a Fano il Vicenza gioca una partita molto importante per il suo campionato ed arrivarci ancora con tante  promesse ma il portafoglio vuoto non credo sarebbe il massimo “. L’ultimo pensiero è rivolto all’asta, e a chi potrebbe vincerla andando a prendere il Vicenza calcio. “ Tutto l’ambiente chiede con forza che il club berico vada in mani serie, pulite e competenti. Ci vogliono persone che abbiano un progetto, che sappiano di calcio, non avventurieri. Poi ci potrà essere una cordata, oppure un unico imprenditore, ma  la speranza, la volontà è che a rilanciare il Vicenza calcio siano persone serie. Su questo tutta la tifoseria unita, come non accadeva da tempo, non transige “.

(Fonte: Corriere del Veneto. Trovate l’articolo completo sull’edizione odierna del quotidiano)

 


Messaggio precedenteVerso Fano-Vicenza: arbitra Cipriani