Dopo Triestina-Vicenza: le parole dei biancorossi

Articolo pubblicato: 11 marzo 2018 – 18:31 nella cateogoria PRIMO-PIANO. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Daniele Scaramella

Il Vicenza esce da Trieste con un prezioso pareggio a reti bianche al termine di  una battaglia su un terreno difficile in cui si sono viste poche occasioni da gol. Il sesto risultato utile consecutivo esterno da fiducia ai biancorossi in  vista del prossimo impegno al Menti contro il Sud Tirol. Queste le parole dei protagonisti al termine della gara rilasciate nella sala stampa del “Rocco” dove oltre agli inviati di biancorossi.net era presente l’inviato del giornale di Vicenza Giancarlo Tamiozzo:

Nicola Zanini:  E’ stata una battaglia. Jakimovski e Crescenzi sono usciti rispettivamente con dei punti di sutura al piede e in testa, Tassi probabilmente ha il naso rotto… Vediamo chi riusciremo a recuperare per venerdi. Nel primo tempo forse potevamo andare in vantaggio, mentre nella ripresa siamo un po’ arretrati anche per stanchezza. Purtroppo non abbiamo in rosa attaccanti in grado di ripartire velocemente quando stiamo indietro, però rimane comunque la buona prestazione della squadra. La Triestina sul suo campo sa dominare l’avversario, questo è un campo difficile e sono contento del punto. il Menti? Noi le giocheremo tutte per vincere da qui alla fine, però bisogna considerare che in campo c’è un avversario e non è sempre facile.

Alessandro Malomo: Avevamo preparato la partita sapendo che sarebbe stata una battaglia. Ci siamo fatti trovare “cazzuti” e io sono contento di questo punto. Le prestazioni non sono mai mancate negli ultimi mesi, soprattutto dal punto di vista caratteriale. Diamo tutto e anche oggi si è visto, ma si è visto anche nelle partite che sono andate meno bene come con Padova e Reggiana. Speriamo di raggiungere al più presto una posizione tranquilla. Abbiamo metabolizzato che ci saranno i punti di penalità, anche se non è bello fare fatica e sapere che i punti ti verranno tolti a tavolino. Speriamo che qualcuno con idee chiare e disponibilità economica venga a Vicenza perché questa società non può cadere nell’oblio. Noi abbiamo deciso di rimanere perché crediamo in noi stessi e nei nostri tifosi, speriamo che qualcuno che ha mezzi economici importanti lo capisca e ci dia una mano

Luca Crescenzi: Non era una partita facile, loro anche fisicamente sono una squadra molto preparata. Il ginocchio? Sto bene anche grazie allo staff medico che ci mette nelle condizioni migliori per giocare e che è sempre molto disponibile. La nostra prova oggi in difesa è stata buona ma anche perché tutta la squadra, a partire dagli attaccanti, fa un’ottima fase difensiva. Nel primo tempo abbiamo tenuto il baricentro più alto e potevamo fare gol, nel secondo tempo siamo un po’ arretrati, ma non era una partita facile e va bene così

Gianmario Comi:  L’episodio nel primo tempo? Codromaz mi ha steso mentre stavo andando in porta, mi pareva un episodio abbastanza clamoroso ma l’arbitro ha deciso diversamente, però siamo comunque contenti del risultato. Siamo stati bravi perchè ci siamo adattati al campo e abbiamo fatto il tipo di gara che dovevamo fare, e più di qualcuno è uscito malconcio per la causa. Dobbiamo continuare così perché questo è lo spirito giusto. Credo che tra le due squadre noi forse abbiamo meritato un po’ di più, mettendo in evidenza il nostro spirito di sacrificio e l’unione. Con Ferrari in avanti mi trovo bene. Il pubblico ? Non ci sono parole, oggi sembrava di giocare in casa e dobbiamo fare un complimento ai nostri tifosi perché nel momento difficile, l’unione che si è creata tra noi giocatori è stata merito anche dell’ambiente positivo che hanno creato loro.


Messaggio precedenteZanini e Crescenzi dopo Triestina-Vicenza