Dopo Renate-L.R. Vicenza: le parole dei biancorossi

Articolo pubblicato: 23 settembre 2018 – 16:34 nella cateogoria News, PRIMO-PIANO. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Giovanni Barcaro

Anche nella seconda giornata la vittoria sfugge al L.R. Vicenza. Contro il Renate termina 1-1 con Gugliemotti che pareggia immediatamente il vantaggio siglato da Giacomelli. Queste le principali dichiarazioni raccolte in tempo reale dalla sala stampa del Città di Meda dove oltre agli inviati di biancorossi.net erano presenti Eugenio Marzotto e Giancarlo Tamiozzo del giornale di Vicenza:

Mister Colella: “Non si deve prendere quel gol. Non c’è nessuna questione. Quel gol non va preso. Punto. Non so cosa sia successo ma mi arrabbierò in settimana. Di sicuro non si può prendere gol in quel momento e in quelle modalità, non va bene per nulla. Non è vero che siamo stati leggeri in attacco: abbiamo creato e potevamo fare almeno due, tre gol. Ma abbiamo sbagliato nell’occasione del pareggio. Secondo me la nostra è una buona squadra che ha fatto un grande primo tempo, esclusi quei 30 secondi del gol del Renate e i primi dieci minuti della ripresa. Se però non abbiamo vinto vuol dire che c’è qualcosa che non va. Se avessimo preso il gol al 90esimo l’avei valutato in modo diverso, ma così ci poteva anche spezzare le gambe. Il livello della squadra è stato altalenante ma siamo cresciuti nel tempo in cui abbiamo tenuto in mano la partita. Le sostituzioni hanno dato maggiore vivacità ma possiamo fare ancora meglio. Ho fatto entrare Zonta per fare il trequarti perché è molto bravo ad attaccare gli spazi. Poi siamo passati in tre in mezzo quando loro si sono messi sul 4-3-3 perché così avremmo potuto supportare meglio Arma. Il 4-2-3-1 è un modo di giocare che ci calza. Ma mi fa piacere che torniamo a giocare a tre centrocampisti con facilità. Eventualmente dopo il turno infrasettimanale penseremo a nuove soluzioni. Rimini? Squadra solida e con entusiasmo, quindi pericolosa. Ci saranno dei cambi in formazione perché abbiamo speso molto e qualcuno ha bisogno di rifiatare: i giocatori lo sanno perché ci sono tante partite e ravvicinate”.

Brevi (allenatore Renate): “Il Vicenza è una squadra forte costruita per vincere il campionato. Nel primo tempo abbiamo sofferto la loro circolazione di palla anche perché loro ci aggredivano ovunque. Siamo stati bravi a recuperare subito la partita nonostante un primo tempo di sofferenza dovuto alla qualità dell’avversario. Nella ripresa i ritmi si sono abbassati, loro avevano più possesso palla però non ricordo grosse parate ma solo il palo di Simonetti. Direi che la nostra prestazione è stata ottimale e forse potevamo anche vincerla. Nel secondo tempo sono passato al 4-3-3 per cercare di coprire meglio in ampiezza il campo cercando di creare maggiori pericoli ai biancorossi”.

Giacomelli: “Un gran bel Vicenza dal punto di vista del gioco. A distanza di una settimana si è vista la vera squadra: siamo andati alti a prenderli e poi abbiamo fatto la nostra partita. Sono contento per la prestazione della squadra ma c’è rammarico perché se vogliamo fare un campionato di vertice queste partite vanno vinte. Bisogna essere più cattivi sia davanti che dietro invertendo la marcia perché i tre punti iniziano a pesare. A parte i primi 10′ del secondo tempo quando si sono abbassati i ritmi, secondo me abbiamo ricominciato ad accelerare giocando a tutto campo. Abbiamo avuto occasioni importanti ma non siamo riusciti a concretizzare la mole di gioco prodotta. Il rigore era netto, Guglielmotti ha calciato me. Mi ero lasciato male per un paio di rigori sbagliati in passato ma adesso è il terzo di fila che realizzo. Dispiace perché sull’1-0 avremmo potuto trovare nuovi spazi ed equilibri a noi favorevoli. A Vicenza non ho mai segnato tanto ma per me il gol è importante, qualcuno come l’ultimo dell’anno scorso e il primo di quest’anno hanno un sapore speciale”.

Tronco: “Ho avuto un paio di occasioni dal limite e avrei potuto fare meglio. Ho provato il tiro di sinistro e di destro, sono uscite di poco. Mi dispiace non aver portato a casa i tre punti ma se continuiamo a giocare così arriveranno presto. Mi trovo meglio giocare a sinistra ma l’importante è contribuire al bene della squadra. Il mister ci dà fiducia considerandoci tutti titolari e ognuno deve sfruttare l’occasione che gli viene data”.


Messaggio precedenteGli highlights di Renate-L.R. Vicenza 1-1