Grandi s.v. – Non deve mai sporcarsi i guantoni. Il suo è un pomeriggio in cui l’unica preoccupazione è difendersi dal freddo

Bizzotto 6 – Attento e preciso, non concede nulla agli avanti avversari

Mantovani 6 – Coordina la difesa da par suo. Nel finale subisce un fallo per cui chiede inutilmente il rigore

Pasini 6 – Prova concentrata e senza sbavature

Andreoni 6 – La sua è una sufficienza stiracchiata. Era al rientro e si è visto che non è ancora al meglio (dall’83′ Davide Bianchi s.v. – pochi minuti in cui scende un paio di volte a destra)

Zonta 6 – Combatte con tenacia in mediana in un match dove l’agonismo l’ha fatta da padrone

De Falco 6 – Gioca una serie innumerevole di palloni ma spesso non ha un compagno libero che detta il passaggio. Cerca di dare ordine alla manovra con alterne fortune

Nicolò Bianchi 6 – Qualche buon inserimento in un discreto avvio di partita. Cala alla distanza, prende un giallo e il mister lo toglie (dal 67′ Laurenti 6 – entra e, pur senza strafare, qualcosa di buono riesce a creare)

 Solerio 5.5 – In fase difensiva tiene bene, ma è troppo timido quando deve spingere in avanti dove non arriva mai sul fondo (dall’83′ Stevanin s.v. – pochi minuti in cui non riesce a mettersi in evidenza)

Giacomelli 6.5 – palla al piede è imprendibile per gli avversari. Sua l’occasione gol più chiara del match, ma il pallone sfiora il palo

Arma 6 – I difensori del Fano lo braccano senza concedergli di battere a rete. Gli arrivano pochi palloni giocabili e di conseguenza non si rende mai pericoloso

Colella 6 – La squadra dà tutto quello che ha e dimostra sul campo di essere dalla sua parte. Da una situazione di difficoltà si esce cominciando con il non subire gol e da questo punto di vista la squadra a Fano disputa una buona gara. Con il nuovo modulo c’è da lavorare sulla manovra offensiva perché per vincere le partite bisogna creare più pericoli dalle parti del portiere avversario per fare gol. In attesa che cresca la condizione fisica generale del gruppo che a cavallo di dicembre ha avuto un calo fisiologico e che con il programma svolto ripartirà a tutta a gennaio quando ci si augura che oltre a Cinelli l’organico possa essere ulteriormente rinforzato.