Dopo Giana Erminio-L.R. Vicenza: le parole dei biancorossi

Articolo pubblicato: 29 Dicembre 2018 – 20:34 nella cateogoria News, PRIMO-PIANO. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Giovanni Barcaro

Il L.R. Vicenza chiude il 2018 con una vittoria. Lo 0-1 contro la Giana Erminio è frutto del gol di Maistrello che sarà tra i protagonisti delle interviste nella sala stampa al “Città di Gorgonzola” dove oltre agli inviati di biancorossi.net erano presenti i colleghi del Giornale di Vicenza Francesco Guiotto, Giancarlo Tamiozzo e Eugenio Marzotto.

Mister Serena: “E’ un’aspirina: una vittoria importante in un momento particolare. Che fosseuna gara dura me l’aspettavo perché sapevo che la Giana aveva messo in difficoltà anche la capolista Pordenone. Soprattutto sulla loro sinistra ci hanno messo molto in difficoltà e per questo motivo ho spostato Curcio su quel lato per dare una copertura maggiore a Laurenti e Andreoni così da far perdere spinta ai nostri avversari. I ragazzi sono stati bravi a crederci sempre anche in un momento in cui è evidente che manchi serenità. Quando giochiamo palla a terra e troviamo il fraseggio creiamo pericoli come le occasioni di Curcio che ha perso l’orientamento o Maistrello che ha trovato il palo. Fisicamente eravamo lì, non mi sentivo in pericolo e con un pizzico di fortuna in più avremmo potuto trovare il gol prima. Il gol più che per l’errore del portiere direi bravo a Maistrello per aver sfruttato al meglio la sua altezza. Questa partita l’hanno preparata i ragazzi e per questo ha un valore particolare perché hanno lavorato di squadra; io sinceramente ho fatto ben poco. Speriamo che ci possa dare quella tranquillità in più necessaria per trovare qualche fraseggio più semplice. Ora i giocatori hanno una pausa di sette giorni perché poi iniziamo a lavorare per bene. Dobbiamo intervenire principalmente sulla tranquillità ma questa partita ci servirà in quest’ottica. Mi è piaciuto lo spirito di abnegazione, a tal riguardo  prendo come esempio Curcio che ha giocato anche largo a destra. Le scelte di oggi sono state decise insieme allo staff medico: ho preferito un centrocampo di gamba e infatti Zonta, Bianchi, Laurenti e Zarpellon mi hanno garantito ciò di cui avevamo bisogno. Mercato? Ho appena conosciuto i giocatori quindi valuteremo con calma anche con lo staff perché abbiamo un mese a disposizione. Intanto è arrivato Cinelli che si presenta da sé, per portarlo alla miglior condizione lgli faremo giocare delle amichevoli. Oggi c’erano oltre 350 tifosi biancorossi: un plauso a loro ma è una conferma della passione e voglia di calcio che c’è a Vicenza. Cori razzisti? Tutti parlano di sospensione del match e nessuno lo fa: è ora di parlare meno e prendere decisioni anche se rendono impopolari”.

Curcio: “Finalmente abbiamo vinto, fa piacere. Il mio girone d’andata è stato molto sotto le aspettative, anche mie, ma ne sono consapevole. Io cerco sempre di fare quello che mi viene chiesto, con Colella c’è un tipo di rapporto ma sono un professionista e darò il massimo anche con Serena. Oggi sono stato più presente nell’azione ma penso sia stata una buona prestazione da parte di tutti. Sono contento per i tre punti perché era quello che ci serviva. Il gol è arrivato anche grazie ai tifosi che ci danno sempre stimolo per andare oltre ai nostri mezzi tecnici. E’ giusto che ci fischino quando ce lo meritiamo, ci può servire per spronarci per dare sempre il massimo. Non vedo l’ora che il campionato riparta così potrete vedere il vero Curcio: questa partita mi ha fatto ricordare chi sono. Non ho mai dimenticato come si gioca ma ho sempre pensato a mettermi a disposizione ma a parte oggi e qualche altro episodio a inizio stagione non sono stato come avrei voluto”.

Maistrello: “E’ una gioia doppia perché il gol è valso i tre punti, anzi è tripla dato il momento della squadra. In questi mesi è stato un po’ difficile ma pensavo solo alla partita lasciando fuori altri pensieri quindi speriamo di continuare così. L’occasione in cui ho trovato il palo c’è stato un pizzico di sfortuna anche se non era il mio piede. Per fortuna mi sono rifatto di testa subito dopo. Leoni ha fatto un’ottima partita ma nell’occasione del gol ho visto che usciva dai pali e ne ho approfittato. Poi ho segnato sotto i tifosi, non potevo chiedere di meglio. Questa è una realtà stupenda che non c’entra con la C e cerco di dimostrarlo in campo ma farò delle valutazioni con il procuratore e la società: a mente fredda decideremo insieme anche perché non so cosa troverei in altre piazze e una scelta deve essere ben ponderata. Ma non voglio sbilanciarmi perché non c’è nulla da dire perché non ne ho ancora parlato con nessuno”.

 


Messaggio precedenteSerena al termine di Giana Erminio - L.R. Vicenza (video)