Parola al tifoso: proprietà, mister e mercato

Articolo pubblicato: 5 Gennaio 2019 – 11:05 nella cateogoria parola al tifoso. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Redazione

La sosta dal calcio giocato sposta l’attenzione dei tifosi sul momento che sta vivendo il L.R. Vicenza dentro e fuori dal campo con un occhio di riguardo sulle trattative di calciomercato. Vi ricordiamo che potete scrivere a  redazione@biancorossi.net inviandoci le vostre opinioni, i vostri consigli e le vostre domande. La redazione si riserverà il diritto di non pubblicare o censurare testi e parole non ritenuti idonei.

Saluto con piacere il ritorno a questo piccolo spazio dedicato al POVERO POPOLO BIANCOROSSO a cui appartengo con orgoglio.
C’è poco da dire, siamo destinati a soffrire, ma è anche vero che chi provoca questo stato d’animo ce la mette tutta!
Condivido appieno il giudizio della redazione sul valore reale della squadra, l’unico rischio ora è che non si entri in una spirale di depressione e demotivazione che porterebbero l’ex Bassano colorato di biancorosso a combattere per salvarsi.
Qui sta il nocciolo della questione, uno staff da Bassano che si mette a “guidare” una squadra gloriosa ed un popolo perennemente innamorato a cui basta sempre un piccolo battito di ciglia per fargli battere forte il cuore.
Però è un popolo che di calcio s’intende, che grida e si entusiasma anche se si perde o pareggia se la squadra mostra le giuste geometrie, suda e mostra colpi da spettacolo. Vi ricordate l’ultima annata di Schwoch? Che gol e che prestazioni. Oggi devo fare vedere ai miei piccoli in uno stantio bianco e nero i gol di Rossi o le immagini a colori della Coppa Italia per fare capire cosa vuol dire essere tifosi del Vicenza.
Si perchè ora siamo gestiti da brave persone?!, se sì sembrano non essere all’altezza.
Di allenatori ne abbiamo avuti tanti, simpatici, antipatici, sbruffoni (Gregucci), capaci, incapaci, ma mai, e poi mai, arroganti come Colella.
Si è presentato all’inizio del campionato dopo 1 mese e mezzo di allenamenti con una squadra ancora da definire ed impreparata, quando invece bisognava partire a razzo!
La proprietà ha lusingato il pubblico, parliamo di circa 8.000 abbonati, situazione che altre realtà se le sognano.
Ora dico, se non siamo da promozione, per favore non ci vuole un genio del calcio per capire di fare una preparazione a due settimane in modo tale da presentarsi al Menti in modo decoroso e fare vedere a questo pubblico 11 LEONI!
Ultimo sassolino.
La proprietà sembrava all’inizio facesse un piacere a Giacomelli di restare.
Signor Giacomelli, personalmente la ringrazio di esserci, come persona e anche perchè altrimenti non so quanti punti avremmo ora!
Un saluto e Forza Lane
Federico Fracaro

Saluto la redazione per congratularmi con la nuova società che gestisce il Lanerossi. Nello scritto precedente avevo espresso le mie perplessità sulla gestione e su Colella. Ora con grande piacere, al di là dei risultati del campo, posso constatare che il Popolo Biancorosso ha una società presente e vigile. La scelta del mister Serena mi sembra ottima, persona che si è posta in modo umile ma che dalle prime parole fa trasparire una intelligenza sensibile che unita alle conoscenze di cui dispone ha tutte le potenzialità per diventare un altro Guidolin. Un po’ alla volta ci stiamo liberando della zavorra Bassano, espressione calcistica che non si adatta alla storia e dimensione biancorossa e questo finalmente la società lo ha capito e si sta emancipando dagli abiti stretti del paesotto per sedersi al”tavolo” della storia del calcio biancorosso. Grazie

Buongiorno
Certo che questo campionato è molto livellato, ci bastava una vittoria contro una delle ultime in classifica e saremmo a 32 punti cioè secondi. La seconda parte del torneo sarà probabilmente un nuovo campionato e non è detto che Pordenone rimanga li davanti. I nostri problemi sono noti. Davanti (come ho detto varie volte) se non segna o illumina Giacomelli siamo messi male. Dietro abbiamo una difesa che mi sembra sia la 5a peggiore del torneo.E’ incredibile come anche le ultime in classifica riescano a metterci alle corde. Se il Sig. Rosso farà qualche operazione giusta in Gennaio sono sicuro che saremo li davanti.
Roberto

Buongiorno e buon anno alla redazione di biancorossi.net che seguo ogni giorno perchè siete l’unica testata sempre presente alle partite e sul pezzo. Immagino che le scarse notizie di mercato vogliano dire che la società sta operando poco e che non ci sia da aspettarsi chissà che cosa (altro che Monza, e anche loro sono all’anno zero …). Vi chiedo comunque di continuare sulla linea di dare notizie vere e non dare in pasto ai tifosi una marea di nomi buttati là solo per illudere i tifosi (sto ancora aspettando Borriello a Vicenza, di cui altri siti hanno parlato a vanvera per mezza estate). Spero che in questo mercato arrivi un attaccante forte, e spero che non ritornino nè Maiorino, nè Minesso. 7660 abbonati vogliono di più, scusate ma noi tifosi siamo il Vicenza.      Andrea Calgaro

Gent.ma redazione di Biancorossi.net,
sono uno sportivo totale e ogni tanto vado a vedere le varie partite di calcio professionistico delle società venete, mi piace quindi leggere i commenti oggettivi dei tifosi, noto però con grande perplessità che voi date continuamente appoggio e voce a dei falsi tifosi che si nascondono dietro a profili falsi su Facebook (almeno controllate le persone a cui date spazio e credito che esistano e bloccate i post scritti altrimenti potrebbero essere uomini di Sanfilippo e Pastorelli), queste persone non commentano e danno le loro interpretazioni personali sui fatti relativi alla società ma sparano contro tutti e contro tutto con moltissimi post e stanno strumentalizzando la parte della vostra posta in biancorossi.net con il disfattismo assoluto e solo negatività, negatività, negatività sulla societa e qualsiasi persona che ne faccia parte. Ormai quando si va a leggere i post si spera solo che non scrivano loro tutti i vari commenti molto fastidiosi.
Siamo arrivati ad avere i centri sociali che si sono impossessati del vostro sito e voi gli state fornendo ampio spazio perchè si possano scatenare senza nessun controllo e decenza.
NB. questi signori hanno scopi diversi e devastanti perche’ battono sempre il tasto disfattista, sembra a pensarla male che i veri personaggi a scrivere siano il Sanfilippo e Pastorelli di turno.
Voi li state PUBBLICIZZANDO senza sapere chi sono…..
NB. chi ha un profilo falso è un codardo e non gli va quindi dato (offerta) la possibilità di nascondersi e giocare contro i tifosi veri.
Un saluto e un grazie per l’attenzione
Paola
(Riceviamo e pubblichiamo (perchè questa testata non dipende da niente e nessuno e pubblica anche le critiche) con una certa perplessità le sue considerazioni. Tralasciamo il fatto che “uno sportivo totale” come si descrive lei si firmi poi Paola, ma optiamo per un errore di battitura altrimenti sarebbe grave e verrebbe da dire  vedi “da che pulpito viene la predica”. Ma la cosa inaccettabile è che lei insinui che questa testata stia dando appoggio a qualcuno. Biancorossi.net è nato dieci anni fa per dare informazioni ai tifosi (tutti) e permettere a loro di avere un luogo seppur virtuale dove esprimere le loro opinioni. Quanto ai profili falsi non spetta certo a noi analizzarli (non ne abbiamo i mezzi e le possibilità), a questo ci deve pensare Facebook. In passato abbiamo lasciato la possibilità di commentare a chiunque ma le problematiche che abbiamo riscontrato erano ancora più gravi. Siamo così passati ai social network con la volontà di ridurre gli utenti inopportuni che, sottolineiamo, non si riconoscono certo dal nome, nè da quello che pensano e scrivono. Ribadiamo che questa è una testata libera e NON eliminerà la possibilità di commentare a chiunque esprima un giudizio che non presenti offese  e/o insulti, e che generi conflitti tra tifosi. Se lei ha la certezza di conoscere i profili falsi che scrivono su biancorossi.net ce li comunichi, con la consapevolezza che ognuno su questa testata si assume la responsabilità di quello che scrive.  Red.)

 


Messaggio precedenteL'attaccante Guerra obiettivo del L.R. Vicenza