Mercato L.R. Vicenza: Rover verso Pordenone, Guerra pista in ripida salita

Articolo pubblicato: 8 Gennaio 2019 – 20:38 nella cateogoria Mercato, PRIMO-PIANO. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Redazione

Con calma e senza fretta il direttore sportivo del club berico Werner Seeber che, come sua abitudine, si muove su diversi obiettivi, sta portando avanti diverse situazioni con l’obiettivo di rinforzare l’organico a disposizione di Michele Serena. Come sempre accade a gennaio le operazioni non sono semplici perché un po’ tutte le società prima devono cedere per poi acquistare. Ma sfoltire gli organici è sempre complicato perché trovare una destinazione ai giocatori che non rientrano più nei piani tecnici mettendo d’accordo tutte le parti non è semplice. In casa biancorossa da giorni si lavora per definire la partenza del terzino Tommaso Bortot ma la partenza del terzino di Conegliano non è certo dietro l’angolo considerato che da Este la dirigenza padovana fa sapere che l’arrivo di Bortot è al momento decisamente improbabile.

Tante tante voci (da Potenza in primis) girano anche attorno al terzino Matthias Solerio che, particolare non da poco, di lasciare Vicenza però pare non averne tanta voglia. A centrocampo, come reso noto nei giorni scorsi, è Stefano Salvi che sembra essere con la valigia in mano considerato che il suo contratto scade a giugno e che non ci sono state aperture per un rinnovo.  In attacco, per liberare un posto in lista, l’idea della dirigenza berica è di far partite uno tra Tommy Maistrello e Andrea Razzitti con il match winner di Gorgonzola che in queste ore ha visto Piccioni approdare al Rimini, Cori (quasi) all’Albinoleffe e Costantino al Teramo chiudendo così tre possibili destinazioni.

Chi potrebbe partire è il giovane di scuola interista Matteo Rover sul quale c’è la Giana Erminio ma anche il Pordenone che pare in vantaggio. Per quanto riguarda le entrate, definita da tempo quella di Antonio Cinelli a centrocampo, in attacco il colpo potrebbe essere rappresentato dall’arrivo in biancorosso di Simone Guerra, un attaccante che si integrerebbe molto bene con Arma e Giacomelli avendo le caratteristiche per giocare da seconda punta, oppure anche da esterno. Un obiettivo, quello di Guerra, senza dubbio reale ma che però è molto difficile da raggiungere considerato i costi dell’operazione, che l’attaccante della Feralpisalò ha appena rinnovato il contratto fino al giugno del 2020 e che la società bresciana è restia a rinforzare una diretta concorrente. Restano quindi aperte le piste che portano agli ex biancorossi Pasquale Maiorino e Mattia Minesso, con le voci sullo svincolato Davide Luppi che continuano anche se, al momento, non trovano conferme.

Per quanto riguarda invece il ruolo di terzino sinistro, Seeber sta lavorando su più tavoli e, nonostante le smentite, uno degli obiettivi è Daniele Mignanelli che la dirigenza berica aveva cercato già in estate. Il terzino di Cantù, attualmente fuori lista, lascerà sicuramente Ascoli e la situazione potrebbe sbloccarsi se  la società marchigiana e il calciatore trovassero un’intesa per la rescissione consensuale del contratto. Il ds Seeber però sta lavorando anche su altri obiettivi: Dennis Iachipino del Livorno, Marco Martin della Feralpisalò e Sergio Contessa del Padova potrebbero fare al caso del L.R.Vicenza, ma niente verrà definito prima che Solerio non abbia svestito il biancorosso.


Messaggio precedenteGiacomelli: "Siamo convinti che porteremo il Vicenza in alto"