L.R. Vicenza-Imolese: le pagelle

Articolo pubblicato: 4 Marzo 2019 – 10:21 nella cateogoria PRIMO-PIANO, Stagione 2018-19. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Redazione

Albertazzi 6 – E’ salvato dal palo sul colpo di testa di Cappelluzzo, per il resto svolge con attenzione l’ordinaria amministrazione

Davide Bianchi 6 – Conferma di essere in un buon momento di forma. Commette qualche errore di misura ma dimostra di essere uno dei più in palla della squadra (dal 77′ Zarpellon 6 – Colella lo inserisce tardi, e i minuti a disposizione per incidere nel match sono pochi. Lui ci prova e con alcuni spunti mette in difficoltà la difesa avversaria, ma non basta)

Pasini 6 – Concede pochissimo agli avanti dell’Imolese sfruttando bene l’arma dell’anticipo.

Mantovani 6 – Con le buone e (spesso) con le cattive si fa rispettare. Cerca anche di dare una mano in impostazione considerate che le difficoltà della mediana

Stevanin 5 – E’ lui (con Nicolò Bianchi) che consente a Cappelluzzo di colpire il palo su azione d’angolo. Poi i soliti errori di misura e una spinta in avanti deficitaria

Zonta 5 – Meriterebbe forse mezzo voto in meno, ma l’impegno e la voglia non gli fanno mai difetto. Sbaglia però troppi appoggi, e se giochi a centrocampo … (dal 60′ Laurenti 5.5 – La voglia c’è ma i risultati latitano. Entra ma non lascia il segno)

Pontisso 5.5 – Si piazza davanti alla difesa e in fase di copertura la prova è positiva. Meno quando si tratta di proporre gioco (dal 67′ Bovo 5.5 – Da lui ci si aspetta di più. Fa il compitino e niente più)

Nicolò Bianchi 5 – Corre, lotta, ma anche lui è impreciso negli appoggi e nella fase propositiva. Ha un buon pallone nella ripresa ma lo cicca goffamente

Curcio 5.5 – Un buon inizio di partita, ma poi si perde e il suo nome scompare dal taccuino

Giacomelli 5.5 – Solito ardore e voglia di essere decisivo ma stavolta non riesce mai a rendersi pericoloso

Guerra 5 – Anonimo. E la posizione in campo non può più essere un alibi visto che ha giocato da punta. Ha un’occasione al 45’ ma è impreciso e pure sfortunato (dal 60′ Arma 5 – Capitano sui suoi piedi le occasioni migliori per sbloccare la gara, ma colpevolmente le sbaglia)

Colella 5.5 – Primo tempo da dimenticare e ripresa in cui la voglia non basta. Rinuncia a Cinelli che evidentemente fisicamente deve essere a pezzi per non meritare di scendere in campo, e finora non è riuscito a dare la scossa sperata alla squadra. Per quanto riguarda la qualità del gruppo, vorremmo ricordare che a fine agosto avevamo sottolineato come quel gruppo (diverso da questo ma non di molto) fosse da quarto, sesto posto e la sua risposta è stata che era “stupido” non inserire la sua squadra tra le favorite. Questo per ricordare che chi sosteneva che questa squadra aveva (e ha) poca qualità, c’era anche in agosto.


Messaggio precedenteCoppa Italia, entrambe le semifinali saranno alle 20.30