Sambenedettese-L.R.Vicenza: le pagelle

Articolo pubblicato: 10 Marzo 2019 – 22:50 nella cateogoria Stagione 2018-19. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Redazione

Grandi 6 – Incolpevole sull’azione del gol, è graziato da Gelonese, sul 2 a 1 a favore dei biancorossi, che da due passi non trova il tempo per battere a rete. Per il resto è un pomeriggio quasi da spettatore non pagante

Davide Bianchi 6.5 – Padrone della sua fascia che percorre su e giù senza sosta. Difende con puntualità e attacca mettendo in difficoltà gli avversari. Nell’azione dell’1 a 1 salta con Ilari ma se concedi almeno 15 cm. all’avversario è dura vincere il duello aereo

Pasini 6 – Stanco gli ruba il tempo una sola volta nella ripresa ma di testa manda alto. Attento e concentrato, usa bene l’arma dell’anticipo

Bizzotto 6 – Tosto e determinato il giusto, prova senza dubbio positiva la sua

Stevanin 6 – In crescita rispetto a sette giorni fa. Prova senza squilli particolari, ma anche priva di errori

Zonta 6.5 –  Prova di quantità in mediana, facilitato dal fatto che dopo mezz’ora i padroni di casa restano in dieci. Mezzo voto in più per il salvataggio al quarto d’ora su Stanco che avrebbe potuto portare in vantaggio la Sambenedettese e chissà poi come sarebbe andata (dal 73′ Cinelli 6 – entra a gara chiusa per gestire il vantaggio)

Pontisso 7 – La miglior partita da quando è a Vicenza. Tonico, determinato, calcia da fuori con pericolosità e a centrocampo vince tanti duelli anche aerei facendo muro davanti alla difesa (dal 73′ Bovo 6.5 – entra con Cinelli quando la partita ha poco da chiedere, ma lui impreziosisce la sua presenza con un gran gol)

Nicolò Bianchi 7 – Segna la prima doppietta della sua carriera e contribuisce a portare a casa i tre punti. Poco importa se nel primo gol il portiere della Sambendettese “sviene” e se nel secondo la deviazione di Celiak è determinante. Lui c’era con perfetto tempo nell’inserimento, e questo è la cosa che conta (dal 77′ Tronco s.v. – un paio di sgroppate quando i tre punti erano già biancorossi)

Curcio 6.5 – Suo il colpo di testa che finirebbe in rete senza il tocco con il braccio di Signori che viene espulso. Va vicino al gol sull’1 a 1, e nell’azione del 3 a 1 è lui che pennella l’assist per Nicolò Bianchi

Giacomelli 6.5 – Torna al gol, pur su rigore, ma per tutto il match è un incubo per i difensori marchigiani.  Bravo a servire a Nicolò Bianchi l’assist nell’azione del secondo vantaggio biancorosso  (dal 69′ Zarpellon 6  – entra bene, mostrando un paio di cambi di passo che spaccano la difesa avversaria. L’ennesimo infortunio lo costringe a lasciare il campo prima della fine del match)

Guerra 5.5 – Niente da dire sulla voglia e sull’impegno che mette in campo. Ma non riesce ad incidere come dovrebbe e come la sua qualità gli consentirebbe (dal 69′ Maistrello 6 – niente di straordinario, ma lotta e tiene alta la squadra)

Colella 6.5 – Alla vigilia aveva detto che il gruppo si era allenato a cinquemila all’ora e a San Benedetto la partita conferma quanto di buono aveva visto in settimana. Senza dubbio è stata una gara in cui le cose sono girate per il verso giusto, ma la squadra ha mostrato netti passi in avanti meritando la vittoria. Tra le cose positive è parso evidente che l’undici biancorosso sta ritrovando il calcio aggressivo e offensivo visto tra all’inizio del torneo, il tutto favorito anche da una crescente condizione fisica. In fondo, come avevamo sostenuto più volte prima del suo esonero, bastava che la società non commettesse il grave errore di cambiare il tecnico e adesso i punti in classifica sarebbero stati senza dubbio di più dei 40 attuali.


Messaggio precedenteGiovanni Colella al termine di Sambenedettese-L.R. Vicenza