Serata di festa in casa biancorossa per il ritorno di Mimmo Di Carlo che, dopo la presentazione davanti alla Curva Sud, tiene la conferenza riservata alla stampa di cui seguiremo gli aggiornamenti in diretta testuale:

ore 21.10 Di Carlo: “È stato bellissimo, ringrazio tutti quelli che sono venuti. Emozione indescrivibile, per me che ho i colori biancorossi nel cuore, mi ha riempito di gioia. Ringrazio la famiglia Rosso, la proprietà, Bedin e Magalini. Sono orgoglioso. C’è un sogno che va coltivato insieme, con il lavoro, l’umiltà e passione. Si può aprire un ciclo vincente e ci volevo essere io”

ore 21.15 Di Carlo: “E’ una bella sfida da affrontare con grande entusiasmo, con il lavoro e costruzione. Sono sempre stato ambizioso, questa è una sfida speciale, non come le altre. Dovremo giocare sempre per vincere. La prima garanzia in assoluto è il progetto, uomini importanti ce ne sono tanti in questa società”

ore 21.17 Di Carlo: “Gli obiettivi sono primeggiare, fare cioè un campionato di vertice. L’obiettivo ora è costruire, con intelligenza e motivazioni. Prediligo un giocatore con una grande motivazione piuttosto di un giocatore con grande tecnica fine a se stessa. Farò di tutto e di più, soprattutto perchè conta il Vicenza”

ore 21.20 Di Carlo: “I giocatori devono essere funzionali al progetto, ho sposato il progetto perchè il mio assoluto pensiero è quello di aprire un ciclo vincente”

ore 21.23 Di Carlo: “I tre anni di contratto? Attestato di stima importante della società. Vorrei fare il lavoro di Ulivieri e finire con il lavoro di Guidolin. Io quando sposo un progetto mi ci butto dentro, il Vicenza è sempre stato il mio sogno. Oggi ci sono, le emozioni sono tante”

ore 21.26 Di Carlo: “Dobbiamo aggredire, cercare la vittoria fino al 95esimo. Quando abbiamo fatto questo, i miei ragazzi saranno sempre vincenti. Dobbiamo trascinare i nostri tifosi, sia in casa che fuori casa. Se vogliamo giocarci le prime posizioni dobbiamo avere continuità. I tifosi vanno trascinati”

ore 21.28 Di Carlo: “Tanti mi hanno chiamato e mi han detto che sono l’uomo giusto nel momento giusto. Un regalo Rosso me l’ha fatto, portandomi a Vicenza. Il secondo regalo me lo farà quando io dimostrerò di portare a termine quello che stiamo progettando. Il terzo regalo è quello di starci vicino”

ore 21.29 Di Carlo: “Mi hanno portato qui la testa ed il cuore”