Nell’estate scorsa il nuovo L.R. Vicenza del patron Renzo Rosso nel reparto offensivo ha ereditato dal Bassano Virtus 55 Andrea Razzitti, allora ai box perché reduce dall’intervento al legamento crociato del ginocchio sinistro, Tommy Maistrello, Alberto Tronco e Ardit Gashi. Durante il mercato estivo in biancorosso sono arrivati Alessio Curcio, Rachid Arma e Stefano Giacomelli è stato di fatto confermato dopo aver segnato, sia all’andata che al ritorno, i gol che nello spareggio play out contro il Santarcangelo hanno evitato al Vicenza calcio l’onta della retrocessione in serie D. Nel mercato di gennaio Andrea Razzitti è stato ceduto all’Albinoleffe e in terra berica è arrivato Simone Guerra che ha firmato un contratto che lo lega al club berico fino al 30 giugno del 2020.

Chi resterà a Vicenza anche nella prossima stagione? Le possibilità di permanenza in biancorosso sono quasi nulle per Maistrello e Tronco, autori di una stagione con alti e bassi ma entrambi con il contratto che scadrà a fine di giugno. Lascerà Vicenza anche Gashi che ha un altro anno di contratto ma che non ha mai trovato spazio in squadra né con Giovanni Colella, né durante il breve interregno sula panchina berica di Michele Serena. Il nuovo L.R. Vicenza ripartirà ancora da Stefano Giacomelli che è pronto e determinato a restare e disponibile anche ad allungare l’intesa con la società di via Schio. Il numero 10 biancorosso è stimato da Magalini che ha pubblicamente dichiarato che farà tutto quanto è nelle sue possibilità per trattenere Giacomelli a Vicenza e, considerato che le due volontà collimano, l’ex pescarese con ogni probabilità sarà ancora un punto fermo del gruppo che verrà. Una conferma che appare probabile anche per Simone Guerra che, oltre ad aver firmato un’intesa fino al 30 giugno del 2020, ha fatto sapere al termine dello sfortunato match di Ravenna che la sua volontà è di restare a Vicenza e di riprovare a vincere il campionato con la maglia biancorossa. In bilico è Alessio Curcio, considerato che il rendimento offerto dall’ex Arzachena non è stato così positivo come la dirigenza berica si aspettava. Il trequartista campano dopo i 13 gol segnati lo scorso campionato con la maglia dell’Arzachena, non si è ripetuto a Vicenza andando in rete solo tre volte anche se spesso mister Colella ha sottolineato lo spirito di sacrificio e l’abnegazione evidenziata da Curcio in tutta la stagione. Da valutare sarà anche la posizione di Rachid Arma che ha avuto un inizio di stagione molto buono ma poi è andato via via spegnendosi fermandosi a soli sei gol realizzati. L’attaccante di Agadir ha un altro anno di contratto a 130 mila euro netti (oltre 220 mila euro lordi) e sicuramente un ruolo dove Magalini cercherà di acquisire un giocatore di primo piano è quello del centravanti e al momento pare difficile che Arma, per costi e curriculum, possa essere considerato una punta di riserva.