Magalini al lavoro reparto per reparto (difesa)

Articolo pubblicato: 11 Giugno 2019 – 20:21 nella cateogoria Mercato, PRIMO-PIANO. Puoi rimanere aggiornato tramite il feed RSS 2.0.
Questo post è stato scritto da Redazione

Una squadra da ricostruire. Parole del nuovo direttore del L.R. Vicenza Giuseppe Magalini che in questi giorni è al lavoro per valutare tutte le posizioni dell’organico berico. Il reparto che probabilmente cambierà di più è quello arretrato dove anche il ruolo del portiere, con Matteo Grandi e il secondo Mirko Albertazzi che hanno un altro anno di contratto, potrebbe vedere l’arrivo di  un estremo difensore di esperienza che porterebbe alla partenza di uno tra Grandi ed Albertazzi. Ma per il nuovo ds biancorosso ci sarà molto da lavorare per ricostruire la difesa, reparto in cui Nicola Pasini e capitan Bizzotto hanno disputato un campionato positivo e dovrebbero essere confermati. Incerta è la posizione di Davide Bianchi il cui contratto scade nel giugno del 2020 e che ha alternato buone prestazioni ad altre meno convincenti. Il terzino mantovano potrebbe essere confermato come prima alternativa al ruolo sia di destra che di sinistra, anche in considerazione della grande professionalità che ha sempre dimostrata anche nelle stagioni scorse. Con le probabili uscite di Simone Salviato, Filippo Stevanin e Marco Martin, tutti con il contratto in scadenza a fine giugno, è evidente che serviranno almeno tre nuovi innesti e per quanto riguarda le caratteristiche molto dipenderà se il nuovo allenatore intenderà giocare con la difesa a tre, oppure con due centrali e due terzini esterni. Nel ruolo sono seguiti Alessandro Garattoni, autore di un’ottima stagione nell’Imolese, limitata da un infortunio allo scafoide subito a marzo, e Fabian Tait che lascerà il Sudtirol. Nel nuovo L.R. Vicenza non dovrebbero trovare posto nemmeno i centrali Andrea Bonetto, poco impiegato nella stagione appena conclusa, e l’esperto Andrea Mantovani , entrambi con il contratto in scadenza al prossimo 30 giugno. Due uscite nel ruolo di difensore centrale che andranno sostituite, e l’idea sembra essere quella di puntare ad un giovane di prospettiva e ad un giocatore esperto dotato di chili e centimetri, abile nel gioco aereo. Oltre a quello di Francesco Cosenza che nella scorsa stagione ha giocato a Lecce,  è il nome di Magnus Troest che è in cima alla lista di Mimmo Di Carlo, candidatura che ha preso quota dopo l’ottima stagione a Castellamare di Stabia in cui ha contribuito maniera importante alla conquista della serie B da parte della compagine campana e che il tecnico dei berici conosce bene per averlo avuto alle dipendenze a Novara.


Messaggio precedenteMagalini al lavoro reparto per reparto (centrocampo)