Novara: Spada; Baldi, Moracchioli, Bombino, Lorenzi, Favia, Paglino (dal 13’ st Pagani), Paltrinieri (dal 35’ st Siciliano), Pinotti (dal 29’ st Fusto), Giffoni (dal 13’ st Repetto), Pellegrini (dal 29’ st Gheller). (A disp. Pallavicini, Argilli, Ballone, Iannucci, Siciliano) All. Simone Banchieri

LR Vicenza: Basso; Cannarella (dal 30’ st Orso), Rocco, Firulesko, Sandon (dal 30’ st Poliero); Ongaro; Spiller (dal 12’ st Fighera), Favero (dal 12’ st Grancara), Fortuna (dal 23’ st Giacobbo), Prosdocimi; Fabbian (dal 23’ st Sheta). (A disp. Squaiella, Bolzon, Ronzani) ) All. Gabriele Stevanin

Arbitro: Grasso di Ariano I.

Marcatori: 24’pt e 8’ st Giffoni (N), 18’ st Lorenzi (N)

Ammoniti: Cannarella (LRV), Paltrinieri (N), Fighera (LRV)

Corner: 3-5

Recupero: 0’ pt; 4’ st

Spettatori: 300 circa

Note: Giornata afosa. Terreno in discrete condizioni.

Dopo una cavalcata esaltante, termina con un ottimo secondo posto il percorso della nostra Under 16, che ha lottato anche in finale su ogni pallone ed è stata punita da alcuni episodi sfavorevoli. Sono infatti due le reti degli azzurri nate da rimpalli fortuiti, che puniscono così oltremodo i nostri ragazzi che hanno giocato per tutta la gara un buon calcio, contro un Novara più forte fisicamente, ma con un gioco improntato sulle seconde palle.

Al 1’ subito un’occasione per il Novara, ma è bravo Basso a recuperare su Pinotti e fare sua la sfera con le mani. Giffoni al 9’ prova la conclusione che colpisce l’esterno della rete biancorossa.
Al 11’ una doppia occasione biancorossa, prima con un’insidiosa punizione con palla spazzata dalla difesa novarese e poi grazie al bel cross di Sandon, respinto da Spada, tempestivo con i pugni in uscita. Ci prova Pellegrini per il Novara dal limite, conclusione alta oltre la traversa, al 22’.
Poco dopo il Novara passa in vantaggio, al 24’ su cross dalla sinistra, Giffoni trova la deviazione vincente di testa, Basso sfiora ma non riesce a respingere.
Al 28’ strillo biancorosso con Fabbian che prova la conclusione dal limite, ma Spada fa sua la sfera. Al 33’ Favero prova il tiro a giro, ma Spada è attento.

Nella seconda frazione di gioco ci provano subito i biancorossi dagli sviluppi di un corner, ma Spada è ancora una volta attento e riesce a respingere. Biancorossi sfortunati che subiscono il raddoppio e il tris azzurro grazie a due rimpalli fortuiti, con la palla che carambola addosso al corpo e finisce in rete. Al 8’ rinvio di Sandon che sbatte addosso a Giffoni, la palla incredibilmente si impenna e diventa imprendibile insaccandosi sotto l’incrocio. Al 18’ del secondo tempo un episodio simile, punizione di Bombino, Basso respinge la sfera che rimpalla addosso al corpo di Lorenzi e si insacca in rete.
Beffa per i biancorossi che avrebbero meritato ben altra sorte in questa finale ma che hanno dimostrato di crederci fino all’ultimo e terminano la gara in lacrime tra i cori “Vicenza, Vicenza”.
Bravi ragazzi per il bel percorso compiuto in questa stagione! Forza Vicenza sempre!