Federico Matìas Scoppa è un centrocampista argentino nato a San Nicolas de los Arroyos nel 1987. Cresciuto nelle giovanili del Boca Juniors, venne notato dai dirigenti del Porto che lo portarono per la prima volta in Europa nel 2008. Dimostratosi acerbo e non ancora pronto per la massima serie portoghese, si trasferì in prestito al Covilha disputando la sua prima stagione da calciatore professionista nella seconda serie portoghese. Fatto ritorno al club gialloblu al termine del periodo di prestito, cominciò il suo lungo percorso costellato di frequenti cambiamenti di maglia: prima LDU La Loja nel campionato ecuadoregno, poi una seconda esperienza europea nella Veikkausliga finlandese con la maglia dell’Inter Turku, per poi tornare in sudamerica vestendo le maglie di Defensores de Belgrano (terza serie argentina), San Marcos de Arica (massima serie cilena) e Deportivo Santamarina (seconda serie argentina).
Nel 2016 arrivò la sua grande occasione e venne ingaggiato dall’Atletico Refaela, squadra di bassa classifica del massimo campionato argentino. La vetrina della massima serie gli valse la chiamata del Catania di Lo Monaco nell’Estate 2016. Nella stagione travagliata degli etnei riuscì comunque a mettersi in mostra disputando 31 partite e collezionando una serie di prestazioni positive, alternate ad altre meno convincenti. Nell’estate successiva si trasferì al Monopoli, complice il ritorno in rossazzurro di Francesco Lodi.
Nelle ultime due stagioni ha collezionato 71 presenze tra Campionato e Coppa con la maglia dei biancoverdi, diventando anche capitano del club e siglando 3 reti (di cui una molto bella su punizione nei playoff contro la Reggina) e 8 assist.
Da un punto di vista tecnico Scoppa è il classico regista di centrocampo: preferisce giocare come vertice basso di un centrocampo a tre, è dotato di una buona tecnica individuale che gli permette di uscire palla al piede dal pressing degli avversari, nonché di un buon piede e una buona visione di gioco.