Grandi 6,5 – Incolpevole sul gol, è decisivo su Vano quando a tu per tu gli nega il gol. Bravissimo su Ligi, strozza l’urlo del raddoppio in gola ai tifosi carpigiani

Bruscagin 5.5 – Sul giudizio pesa l’errore nel rinvio che libera Maurizi solo davanti a Grandi. Una partita con luci e ombre in cui è stato spesso in difficoltà

Padella 6 –  L’attacco del Carpi è sempre pronto a pungere, pur con qualche affanno contiene e gestisce. Fatica su Vano, ma da questo punto di vista bisogna mettere sul piatto anche i meriti dell’attaccante del Carpi

Cappelletti 6 – Vedi sopra. Fa a sportellate con Vano ma alla fine, pur tra diverse difficoltà, il bomber del Carpi rimane a secco

Barlocco 6 – Più intraprendente nel primo tempo, anche se non sempre preciso. Nella ripresa si occupa più della fase difensiva anche in considerazione che in campo c’erano molti giocatori offensivi

Emanuello 5.5 –  Combina poco in fase di costruzione con errori anche banali (dal 57’ Vandeputte 7 – Entra e spacca la partita. L’assist per Marotta è un biglietto di presentazione con la “b” maiuscola. Su di lui c’è forse anche un rigore che dalla tribuna eè parso netto)

Cinelli 6.5 – Un ruolo che lo trova protagonista con intelligenza e sapienza nella gestione delle due fasi. Con uno o due tocchi trova spesso la giocata giusta.

Zonta 6 – Sfortunato quando spara la conclusione a botta sicura contro Nobile, ci prova ancora da fuori con poca mira. Lotta con la solita generosità  (dal 65’ Rigoni 7 – Non ha i novanta minuti nelle gambe ma dopo due palloni giocati mette subito in evidenza la differenza di categoria. Detta i ritmi, trasmette tranquillità e non spreca una palla)

GIacomelli 6 – Ci prova ma non sempre trova le misure. ammonito per proteste dopo il gol (dal 78’ Zarpellon – sv nel finale con la speranza di qualche lampo dei suoi)

Arma 5,5  – Cerca di uscire dalle linee per dialogare gli riesce a fasi alterne. Ha una buona occasione che calcia contro Nobile in uscita (dal 65’ Guerra 6 – Entra e dà il suo contributo alla rimonta)

Marotta 7 – Mezzo voto in più per il gol segnato. Nell’azione brucia Ligi e infila chirurgicamente Nobile. Punto di riferimento dell’attacco biancorosso (dal 78’ Saraniti sv –  Uno scampolo di gara per mettere minuti nelle gambe e migliorare la condizione)

Di Carlo 6,5 – La sua squadra cresce e si prende un punto d’oro contro un Carpi che ha confermato di attraversare un ottimo momento di forma. E’ bravo nel pescare dalla panchina trovando le mosse vincenti, che danno più forza offensiva e che portano all’1 a 1. Il piano di lavoro procede secondo i programmi, la crescita della squadra pure. Per un gruppo che in estate ha inserito undici nuovi giocatori era difficile, in poco più di un mese, pensare di poter fare di meglio.