Nessuno sconto per l’Atalanta e per il suo (ex) capitano Cristiano Doni. Neppure un ultimo tentativo fatto ieri dall’avvocato Luigi Chiappero per la società bergamasca, di puntare tutto sull’estraneità di Manfredini abbandonando Doni, ha dato esito positivo. L’ultimo tentativo è riuscito solo a favorire il lavoro dell’avvocato di Thomas Manfredini, Salvatore Pino, che ha potuto “sfruttare” la subordinata al suo appello per derubricare l’accusa di illecito sportivo in quello di slealtà sportiva (violazione dell’articolo 1 del Codice di giustizia sportiva) che ha consentito a Manfredini di ottenere il proscioglimento, così come a Fabbri e lo Spezia. Per il resto la Corte di giustizia federale ha confermato le sentenze di primo grado. Ora per tutti la strada è o il Tnas del Coni o l’Alta Corte di giustizia sportiva, molto più probabile la prima strada.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.