Il rinforzo difensivo e di esperienza voluto da mister Lerda porta il nome di Cristian Zaccardo, arrivato a Vicenza con la formula del prestito dal Carpi. Nato nel 1981 in provincia di Modena, il difensore cresce nel Bologna, dove svolge tutta la trafila delle giovanili per poi approdare nove anni più tardi in prima squadra. La sua breve esperienza con la maglia dello Spezia in C1 precede l’esordio con i rossoblù in Serie A il 18 novembre 2001, mentre il 22 dicembre dello stesso anno mette a segno il suo primo gol nella massima categoria. L’avventura nel capoluogo emiliano consente a Zaccardo di fare il suo debutto anche in Coppa Intertoto 2002. Nel 2004 e per i quattro anni successivi veste la maglia del Palermo, accompagnando la squadra verso la prima storica qualificazione in Coppa UEFA. Durante la sua prima stagione in rosanero arriva la chiamata dell’allora ct Marcello Lippi e il 17 novembre 2004 esordisce con la maglia dell’Italia, realizzando la sua prima rete nell’ottobre del 2005 contro la Slovenia proprio a Palermo, gol che consente alla Nazionale di prendere parte al Mondiale del 2006. Zaccardo partecipa alla spedizione azzurra in Germania, dove mette a segno tre presenze e uno sfortunato autogol con gli Stati Uniti nella seconda partita del girone prima di tornare in campo nei quarti di finale con l’Ucraina. Il 9 luglio 2006 diventa Campione del Mondo grazie alla vittoria ai calci di rigore contro la Francia. La sua avventura in Nazionale continua sotto la guida di Donadoni, con 2 presenze, l’ultima delle quali nel 2007. Dopo le 161 apparizioni in rosanero, Zaccardo decide di trasferirsi in Germania, dove veste per un anno la maglia del Wolfsburg, stagione culminata con la vittoria della Bundesliga. Nel 2009 torna in Italia, indossando 118 volte e trovando la via del gol in 10 occasioni con la maglia del Parma. Nell’inverno del 2013, si appresta ad iniziare una nuova sfida e si trasferisce al Milan. La sua mezza stagione in rossonero è poco fortunata, il difensore vede il campo una sola volta. Nell’annata successiva raccoglie invece 13 presenze, una delle quali in Champions League con il Celtic, mentre nella sua ultima stagione a Milano si rende protagonista solamente in 3 occasioni. Zaccardo si convince così ad accettare la corte del neopromosso Carpi, con 27 apparizioni e il gol vittoria al Genoa.

Curiosità: quella con il Vicenza sarà la prima stagione in Serie B per Zaccardo, che in Italia ha collezionato presenze solamente in Serie A e nell’allora C1 con la maglia dello Spezia.