Andrea Bovo è un centrocampista nato a Mestre il 14 Maggio 1986.

Cresciuto nel settore giovanile del Venezia, ha esordito in Serie B all’età di 18 anni nel campionato 2003/2004 con la maglia del club lagunare. Messosi in mostra nel campionato cadetto viene acquistato in comproprietà dal Palermo, a cui passa a titolo definitivo dopo il fallimento della società arancioneroverde nel 2005.
Nelle stagioni successive passa in prestito prima alla Salernitana e poi al Bari, per poi passare al Padova in C1 nel Gennaio 2007. Nella città del Santo Bovo scrive probabilmente le pagine più belle della propria carriera, diventando titolare inamovibile e disputando 196 partite e 11 gol in 4 anni e mezzo, conquistando una promozione in Serie B tramite playoff, una salvezza ai playout contro la Triestina e una finale playoff persa contro il Novara per la Serie A.

Nell’estate del 2012 passa a titolo definitivo allo Spezia di Mister Serena, col quale diventa perno del centrocampo degli aquilotti (21 presenze tra Campionato e Coppa). Dopo l’esonero del Mister mantiene la sua titolarità e resta in Liguria per un altro anno prima di passare al Pescara nel Gennaio 2014.

Nell’estate del 2014 passa alla Salernitana in Lega Pro, dove si guadagna la riconferma disputando un’ottima stagione e contribuendo alla promozione in B dei campani. Dopo due anni passati a Salerno scende di categoria e passa all’ambiziosa Reggiana, con cui disputa altre due stagioni da titolare alla ricerca della promozione in Serie B che però sfugge per ben due volte nelle fasi finali dei playoff. A causa del fallimento del club emiliano rimane svincolato e si accasa alla Viterbese. Complice il ritardo nell’inizio della stagione dei tusci, la squadra fatica a brillare e il calciatore finisce ben presto sulla lista dei cedibili nella rivoluzione di Gennaio operata dal vulcanico presidente Camilli e dal suo staff.

Si tratta di un calciatore in grado di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, anche se sovente ha giocato come mezzala nel centrocampo a tre. E’ anche dotato di buona personalità (è stato nominato capitano in 4 occasioni nella sua carriera, Padova, Spezia, Salernitana e Reggiana).