Il debutto del Vicenza è in chiaroscuro: la squadra di Mimmo Di Carlo infatti non va oltre lo 0-0 contro il neopromosso Modena. Queste le principali dichiarazioni raccolte in tempo reale dalla sala stampa del Braglia:

Zironelli (allenatore Modena): “Primo tempo non benissimo perché entrambe le squadre erano macchinose. Nel secondo tempo siamo venuti fuori, abbiamo creato tre occasioni ma purtroppo non le abbiamo concretizzate. Sono contento perché abbiamo tenuto testa a una squadra forte rimanendo compatti nonostante la nostra giovane età. Siamo al 70/80% quindi possiamo ancora dare di più ma non possiamo chiedere l’impossibile. Il Vicenza è una squadra forte e importante ma noi pensiamo al nostro campionato. Se incontri squadre di questo calibro all’inizio è un vantaggio perché se fossero già in forma significa che hanno sbagliato qualcosa nella preparazione”.

Di Carlo: “In avvio un po’ il caldo e un po’ le gambe imballate non ci hanno permesso di esprimerci come nel secondo tempo. Dobbiamo migliorare l’ultimo passaggio che oggi non abbiamo sfruttato contro una squadra che gioca con la difesa molto alta. A me la squadra è piaciuta ma alla prima di campionato non si sa mai quanto conti. Abbiamo giocato a tratti quindi in settimana dobbiamo lavorare sullo smarcarsi ed essere propositivi. La condizione deficitaria – che non è un alibi – non è fisica ma di conoscenza: è una squadra nuova che deve lavorare insieme. Nelle situazioni in cui avremmo dovuto essere lucidi abbiamo sbagliato. E’ una cosa positiva che non abbiamo preso gol ma sull’aspetto del gioco dobbiamo migliorare molto per far girare meglio la palla affinché arrivi velocemente agli attaccanti. Guerra? Altra botta nello stesso posto. I tifosi? Spero abbiano visto l’atteggiamento che voglio ovvero una squadra che non molla mai”.

Laurenti (centrocampista Modena): “Avevo iniziato ad allenarmi bene ma poi a ridosso della partita ho avuto qualche problema. E’ stata una buona partita in cui abbiamo anche rischiato il colpaccio con Rossetti mettendo in pratica le indicazioni del mister. Il Vicenza è un’ottima squadra con buone individualità. Se si creerà il giusto entusiasmo tra piazza e gruppo possono togliersi grosse soddisfazioni”.

Padella: “E’ un punto che fa morale. Quando non si può vincere non si deve perdere. Abbiamo rischiato pochissimo e la squadra ha retto. E’ stato un Vicenza solido. Entrambe le squadre hanno avuto poche occasioni con le due difese chiuse quindi penso che il risultato sia giusto. Siamo una squadra che nella ripresa trova ancora nuove soluzioni di gioco; oggi si è visto con Zarpellon. Nell’intervallo il mister ci ha chiesto di cercare di più l’ultimo passaggio e noi abbiamo provato a seguire le sue indicazioni, purtroppo senza concretezza. Oggi diversi giocatori non erano al massimo quindi penso che siamo al 70/80%: c’è da crescere migliorando in settimana”.

Zonta: “Per il loro modulo con i quinti molto larghi era difficile per noi centrali correre ovunque. Penso che lo 0-0 sia il risultato più giusto. Nel primo tempo abbiamo fatto fatica a cercare gli attaccanti; nella ripresa invece siamo stati poco precisi. Dobbiamo cercare di essere più precisi in zona gol. L’anno scorso abbiamo avuto delle difficoltà, quest’anno sono stati presi dei giocatori per sopperire quelle mancanze quindi ora puntiamo a raggiungere il 100% della condizione quanto prima. In settimana immagino che lavoreremo sul possesso palla e sull’essere più propositivi dal centrocampo in su”.