Vittoria al debutto al Menti per la squadra di Mimmo Di Carlo. I biancorossi superano 3-1 la Fermana grazie alle reti di Giacomelli, Arma e Marotta. Queste le principali dichiarazioni dei protagonisti raccolte in tempo reale dalla sala stampa:

Conti (dg Fermana): “Onore e merito al Vicenza, non ho nulla da dire sulla loro vittoria. Ma voglio parlare dell’arbitraggio perché quello che è successo è inammissibile. Il rigore è inesistente perché il giocatore ha colpito di schiena. Sul colpo di testa di Urbinati c’era un tocco di mano sulla linea. E sul 2-1 c’era una punizione per noi. Una terna arbitrale del genere non può lavorare su questi campi. Il Vicenza non ha bisogno di questi aiuti per vincere e noi non possiamo tacere alla seconda di campionato”.

Destro (allenatore Fermana): “Gli episodi sono sotto gli occhi di tutti. Quando i tesserati del Vicenza si scusano parlando di rigore inesistente fa ancora più rabbia. Noi abbiamo fatto una buona gara ma entrambe le squadre su un campo difficile hanno fatto fatica. Il primo tempo è stato equilibrato ma poi è arrivato il rigore. Se avete visto le immagini c’è poco da dire, traete voi le conclusioni”.

Di Carlo: “Le lamentele della Fermana? C’era un rigore netto su Barlocco. Per il rigore di Giacomelli sembrava che la mano fosse un po’ più staccata; se così non fosse fa parte del gioco. Ma abbiamo vinto 3-1 facendo la partita: mi sembra un po’ troppo comodo dire che l’arbitro ha determinato il risultato. Secondo me l’arbitro ha tenuto bene il campo ma non mi permetto di giudicare l’operato. Ieri avevo detto che avrei voluto vedere miglioramenti e devo dire che il Vicenza ha fatto una buona (ma non ottima) prestazione con una prestazione mentale straordinaria visto che la Fermana ha pareggiato sull’unico tiro in porta. Nei primi 15/20 minuti volevamo solo capire se potevamo giocare a calcio anche palla a terra. Giacomelli da trequartista si è spostato anche a sinistra. Possiamo giocare meglio ma era importantissimo vincere in casa. Ringraziamo i tifosi per il sostegno continuo per 95′. Ci prendiamo i 3 punti che confermano che la partita di Modena è stata accantonata. Al di là dei tre gol mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra. Bisogna palleggiare meglio e più velocemente ma siamo arrivati spesso al cross specie con gli esterni. Ho sostituito Scoppa perché avevo bisogno di qualcuno più veloce come Zonta”.

Arma: “Siamo felicissimi di aver vinto al debutto in casa con una grandissima prestazione e grinta. Abbiamo segnato tutti gli attaccanti a riprova che siamo un ottimo reparto. Ho segnato un gol, il secondo è di Marotta che l’ha toccata di testa e sono felice per lui. La Fermana è una squadra difficile e la dimostrazione è rappresentata dall’1-1 nato quando abbiamo abbassato un attimo l’attenzione. Il gol? E’ il mio “classico” gol di piatto, con un 45 di piede mi viene bene! Scherzi a parte, sono le occasioni di noi attaccanti e sono contento di aver segnato sotto una curva che era un muro biancorosso. Bene l’intesa con Marotta: siamo due attaccanti che possiamo giocare insieme anche perché abbiamo caratteristiche diverse”.

Giacomelli: “Speriamo che questo gol sia di buon auspicio anche a livello personale. Ma sono felice soprattutto per i tre punti conquistati oggi. Il terreno è questo e non possiamo lamentarci, e pure la Fermana è sempre la stessa da 2/3 stagioni. Noi abbiamo dato bei segnali facendo la partita che dovevamo fare dimostrandoci superiori a loro. Ho fatto il trequartista anche oggi nonostante in tanti pensino che non posso farlo: io ritengo che sono in grado e posso dare una mano alla squadra. Ci divertiremo perché sono convinto che questa squadra farà un grande campionato. E’ un Vicenza che ha tanti “capitani” e con tanti giocatori forti: penso che la gente lo stia capendo perché il tifo si è sentito”.