Il L.R. Vicenza continua la sua marcia battendo il Rimini per 2-0. I gol arrivano da Pontisso e Saraniti, due tra i protagonisti della sala stampa. Queste le principali dichiarazioni raccolte dalla sala stampa del Menti:

Di Carlo: “Oggi penso che la partita sia stata fatta dal Vicenza fin dal primo minuto. Si vede quindi che stiamo crescendo e diventando nella testa una squadra vincente. Alla lunga la mentalità ha prevalso su un Rimini ottimamente organizzato. I tre punti sono arrivati grazie alla testardaggine e al Menti che anche oggi ha fatto la differenza. All’intervallo ho fatto i complimenti ai ragazzi per il miglior primo tempo della stagione e sapevo che avremmo trovato la giocata giusta per passare in vantaggio. Ho accontentato Renzo Rosso regalandogli i tre punti per il compleanno. Vandeputte e Rigoni hanno fatto un buon esordio; Jari è più avanti di Luca a livello fisico che per riprendere al meglio devo farlo giocare e gestirlo in questa settimana. Ma io voglio sottolineare la prestazione di tutti perché hanno messo la mentalità e l’intensità giusta dal primo all’ultimo minuto. Abbiamo una panchina importante con giocatori di qualità: non vince il singolo ma la squadra. E a tal proposito grandi complimenti vanno al capitano: Bizzotto è rimasto seduto in panchina ma ci dà una grande mano. Alla fine abbiamo cambiato modulo passando a tre a riprova che possiamo esprimerci in vari modi. I giocatori hanno meritato i tre punti in campo, i tifosi li hanno meritati sugli spalti”.

Cioffi (allenatore Rimini): “Faccio i complimenti al Vicenza, squadra costruita per obiettivi diversi dai nostri. Quando abbiamo iniziato a crederci abbiamo preso un gol che avremmo potuto evitare. Il Vicenza ha dominato sul possesso palla ma noi ci siamo difesi bene. Oggi abbiamo avuto paura di proporre per merito di un Vicenza che ci ha pressati molto alti. Nella ripresa siamo migliorati creando qualcosa di interessante. Senza alibi perché immagino che sia uno svantaggio più per loro ma Vicenza per il blasone e i trascorsi che ha non può avere un terreno di gioco simile perché penalizza il bel gioco. Il secondo gol non lo metto in conto perché ormai era finita anche se Scappi ora ha 4/5 punti in faccia. Inoltre ci sono state delle valutazioni arbitrali non consone a ciò che è successo. Complimenti al Vicenza, noi ricarichiamo le pile per Carpi”.

Pontisso: “Vandeputte ha messo una grande palla e io l’ho colpita al momento e nel modo giusto. Sono contento perché il gol mi mancava da tanto ma sono ancora più felice per la vittoria di squadra. Ho ripreso bene dall’infortunio, anche questa settimana mi sono allenato sempre e sono soddisfatto che il mister mi abbia dato subito fiducia. Già dal primo minuto c’era la volontà di vincere da parte di tutti e alla fine abbiamo meritato i tre punti. Spero Vicenza sia un mio nuovo trampolino di lancio”.

Saraniti: “Il gol mi dà grande soddisfazione perché vengo da un periodo non ottimale. Abbiamo meritato questa vittoria visto che abbiamo premuto fin dal primo minuto contro un avversario abbastanza ostico. Vengo da un mese e mezzo di duro lavoro quindi confido di dar presto una mano concreta ai miei compagni. Sono in una piazza esigente con una storia importante ma sono abituato a stare in realtà simili quindi rimango sul pezzo ogni giorno dando il 100%. Mi tengo stretto la nomea di lottatore che non molla mai perché la sento mia. La concorrenza in squadra è positiva, io mi faccio trovare pronto. Il gol è per mio padre come tutti quelli che farò”.