Nei giorni scorsi ci ha scritto una nostra lettrice in merito ad uno spiacevole episodio accaduto sulle nostre pagine social a seguito dell’iniziativa promossa dal L.R. Vicenza contro la violenza sulle donne. Vi ricordiamo che potete scrivere a  redazione@biancorossi.net inviandoci le vostre opinioni, i vostri consigli e le vostre domande. La redazione si riserverà il diritto di non pubblicare o censurare testi e parole non ritenuti idonei.

Gentile redazione,
Vi scrivo in merito al post che avevate pubblicato sull’iniziativa del Vicenza Calcio per la giornata contro la violenza sulle donne. Un vostro lettore aveva commentato scrivendo “Sono d’accordo ma alcune donne se la cercano”. Mi sono sentita in dovere di rispondergli per le rime. Poi tutto è degenerato in offese nei miei confronti e avete rimosso i commenti. Il motivo per cui ho deciso di scrivervi riguarda il fatto che mi sarei aspettata da parte vostra una reazione diversa, una presa di posizione. A mio avviso avete perso l’occasione per far presente a questo vostro lettore, sessista, arrogante e ignorante che gli uomini non sono tutti così (anche se credo che purtroppo siano in molti a pensarla come lui, spero non voi). Avreste potuto schierarvi apertamente a favore delle donne, proprio perché gran parte dei vostri lettori sono uomini e il messaggio è a loro che deve arrivare. Perché il problema è delle donne ma nasce da voi uomini! Per una volta, metteteci la faccia! Non fate sempre finta che sia solo una questione fra donne. Non basta indossare una maglietta una volta l’anno! Fate quadrato contro gli uomini che non rispettano le donne, diteglielo voi, urlateglielo voi che essere uomini è altro dall’imporsi con la forza! I commenti volgari che mi sono stati rivolti non mi hanno ferita, mi ha ferito di più il vostro silenzio, l’ennesima occasione persa.

Cordialmente, Natascia Farsura

PS. E non ditemi che in fondo Biancorossi.net deve parlare solo di calcio, sarebbe una scusa poco plausibile.

Gentile Natascia, siamo profondamente rammaricati di quanto accaduto. “Ognuno ha i lettori che si merita” ed evidentemente quindi qualche errore l’abbiamo commesso anche noi. Ti possiamo assicurare che tutta la nostra redazione – Anna, Giada, Corrado, Matteo, Daniele, Giovanni e Matteo – è fermamente contro la violenza, in ogni sua forma, non solo contro quella più becera verso le donne. Per noi violenza non è solo un gesto ma anche un insulto. Per tale ragione ci siamo sempre battuti affinché le pagine di Biancorossi.net siano luogo di confronto rispettoso, corretto e leale. Non spetta a noi fare i censori del web ma da sempre abbiamo intrapreso la via di eliminare ogni commento non ritenuto idoneo bannando gli “ospiti” (i tifosi sono un’altra cosa) che non si comportano correttamente e segnalandoli a chi di dovere (in questo caso a Facebook), anche a costo di perdere lettori. Abbiamo agito in tal senso anche stavolta. Potrà sembrare un comportamento silenzioso, ma in un’epoca dove tutto è immagine, non dare risalto a chi insulta, a chi è violento anche con le parole ci sembra la soluzione migliore. Nel nostro piccolo cerchiamo di dare un contributo per portare un esempio positivo nel rispetto della persona senza distinzione di sesso ribadendo che siamo assolutamente contro qualsiasi forma di violenza, specie quella sulle donne. (Red.)