Il L.R. Vicenza riprende il campionato pareggiando 0-0 contro la Fermana. Queste le principali dichiarazioni raccolte in tempo reale dalla sala stampa del Recchioni:

Antonioli (allenatore Fermana): “Grande prestazione dei miei ragazzi, quasi perfetta perché è mancato solo il gol. Non ricordo un tiro in porta del Vicenza che non ha mai dato l’impressione di poterci fare gol. Tatticamente siamo stati attenti e anzi abbiamo impensierito gli avversari in diverse occasioni. Il fondo non perfetto del campo crea problemi non solo a noi ma anche agli avversari. Ce la siamo giocata a viso aperto, dobbiamo mantenere questa mentalità. Il Vicenza è la più forte di tutte ma oggi non ho visto tutta questa differenza. Le somme si fanno più avanti: ora sono più interessato a guardare dietro che i playoff”.

Di Carlo: “La Fermana ha un ottimo organico difficilmente dominabile in casa dove coniuga vigoria e velocità negli attaccanti. Penso sia un risultato giusto, al di là di un paio di episodi che potevano procurarci un paio di rigori. Non giudico l’operato dell’arbitro ma l’ammonizione di Marotta non ci stava perché era scivolato. I 4 punti di vantaggio sul Carpi sono rimasti e quindi sono contento di aver dato continuità. Era difficile giocare palla a terra e solo dopo 20′ abbiamo iniziato a giocare con i terzini e nel secondo tempo con miglior continuità. Volevamo vincere ma ci prendiamo il pareggio con entusiasmo. Ora prepariamo al meglio la sfida del Carpi perché non decide il campionato ma può dare un buon segnale”.

Bizzotto: “Siamo venuti qui con l’obiettivo di vincere e per farlo abbiamo lavorato sodo in questi 10 giorni. Sono 3 anni che gioco in questo campo e non è mai facile perché loro sono bravi a non farti giocare. Il nostro atteggiamento però è stato giusto e ci siamo adattati a loro e al terreno di gioco perché non era possibile giocare palla a terra. L’importante era dare continuità e portare a casa senza soffrire ma anzi con qualche episodio dubbio significa che possiamo guardare il bicchiere mezzo pieno. Ora prepariamoci al meglio per la partita di domenica. Mentalmente questa squadra si è ripresentata sul pezzo e penso che il pareggio non sia da buttare. Non pensiamo alle dirette concorrenti se non a fine partita, noi dobbiamo proseguire con la mentalità che abbiamo avuto negli ultimi mesi. Il tour de force che ci spetta non mi preoccupa perché abbiamo una rosa ampia con il gruppo che si è sempre fatto trovare pronto. Il mercato dà fastidio al direttore, noi pensiamo solo a lavorare. Se dovesse arrivare qualcuno sicuramente si adatterà al nostro spirito mettendosi a disposizione”.

Liviero: “Sono contento della mia prestazione. Ci tenevamo a rientrare al meglio e per farlo abbiamo lavorato bene in queste settimane. Purtroppo non sono arrivati i 3 punti ma ci abbiamo provato fino all’ultimo. Avremmo dovuto crederci di più in alcuni episodi ma non abbiamo nulla da recriminarci. Per il punto preso e il distacco inalterato sul Carpi guardo il bicchiere mezzo pieno. La Fermana ha ottime individualità ma fortunatamente siamo stati bravi ad arginarli, purtroppo non siamo stati bravi ad affondare il colpo. Si è giocato molto sulle seconde palle con trame non sempre pulite anche per colpa del terreno di gioco. Proveremo a rifarci già dalle prossime uscite. Abbiamo fatto solo una settimana di pausa, più mentale che fisica. Anche senza partite abbiamo messo benzina nelle gambe così da avere lo slancio per la seconda parte del campionato”.