Biglietto in tasca, sciarpa al collo, più di due ore di viaggio e tanta, tantissima carica. Così circa 1500 tifosi del Lane hanno accompagnato la squadra di Mimmo Di Carlo nella trasferta in terra romagnola. L’attesa è stata quella delle grandi occasioni: la corsa ai tagliandi in settimana, il “tutti a Cesena” promosso dalla Curva Sud, la vigilia con gli oltre 500 supporters che si sono dati appuntamento per incitare i ragazzi durante l’allenamento di rifinitura a Capovilla. E nell’aria la voglia di dare una scossa dopo i tre pareggi consecutivi, con quella compattezza e unione nel voler dimostrare chi sono i primi della classe. La partita del Manuzzi ha richiamato sugli spalti circa 11 mila spettatori, facendo così segnare il primato di presenze dell’intera giornata di Serie C. Il viaggio di andata e le soste nelle aree di servizio nei pressi di Cesena hanno dato sin da subito la percezione di un vero esodo e un assaggio di quello che sarebbe andato in scena nella curva Ferrovia. I cori, le sciarpe e le bandiere spiegate a colorare l’intero settore ospiti di biancorosso: ecco alcune delle emozioni direttamente dalla curva.

L’esultanza dopo la rete del raddoppio:

Le sciarpe in mostra dopo il terzo gol:

La corsa dei giocatori sotto il settore ospiti al termine del match:

I supporters biancorossi hanno lasciato il Manuzzi forse con un po’ di voce in meno, ma con la sensazione di aver lanciato un forte segnale, quello di cui tutto l’ambiente aveva bisogno. La squadra c’è, i tifosi ci sono. Tutti insieme, verso un’unica direzione.

Come Mimmo Di Carlo ha sottolineato: “Questi tre punti sono dei tifosi di sabato a Capovilla e di domenica a Cesena”. Ed è stato un rientro a Vicenza speciale per il tecnico del Lane: