Oggi voglio raccontarvi la storia di Tommy Fadiga, un tifoso lontano molto conosciuto perché oltre a essere una presenza fissa nelle partite casalinghe è anche molto attivo in trasferta. Andiamo quindi a trovarlo a Treviso, dove vive. Ciao Tommy, so che la tua famiglia è di origine vicentina perché conosco personalmente tuo zio Claudio…  A questo punto sorge spontanea la domanda … come e quando è iniziata la tua storia d’amore con i colori biancorossi?

Sono nato a Vicenza, ma fin da piccolo i miei genitori si sono trasferiti per lavoro a Treviso, mio padre Franco lavorava in banca, mentre mia madre Graziella lavorava  alle Ferrovie Italiane ed è stata la prima donna capostazione di Vicenza …. di conseguenza il fine settimana era d’obbligo ritornare a Vicenza a trovare nonni e parenti che abitavano nel quartiere dei Ferrovieri. La domenica a Vicenza c’è il calcio da andare a vedere!!! Al Menti per la prima volta mi portò un grande appassionato del Lanerossi Vicenza che tutt’ora si gusta le partite del Lane per lo più dal divano di casa … mio padre. Non ricordo la data precisa, erano gli anni d’oro del Real Vicenza …. so che negli anni ottanta l’ abbonamento era d’obbligo per me, mio fratello e mia sorella … tutti insieme allo stadio a vedere il Vicenza!!!! Ricordo che durante la settimana si preparavano i coriandoli con le riviste di casa per poi portarli al Menti e lanciarli quando lo speaker annunciava le formazioni …. e così iniziava la festa!!! Oggi come allora, anche se di tempo ne è passato tanto, quando arrivo al Menti in macchina o in treno respiro come per magia le stesse belle sensazioni di allora. Al Menti ci si sente a casa …. questo piccolo vecchio stadio ha qualcosa di unico e forse è davvero magico.

A quali trasferte hai partecipato finora?

Lontano dal Menti ho partecipato a  molte trasferte, quasi tutte al Nord Italia, la lista è lunga  … peccato che i costi per muoversi in solitaria sono spesso elevati, ma io ahimé sono sempre in trasferta! Per vedere il Lane si spende volentieri, se poi si torna con una vittoria i sacrifici non pesano .

La più bella? 

Quest’anno la trasferta di Trieste é stata fantastica, grazie anche a te e al club Giancarlo Salvi abbiamo fatto un bellissimo viaggio tra amici e il rotondo risultato ha reso la giornata unica e indimenticabile … che festa meravigliosa al Nereo Rocco!!!!

Il ricordo che ancor oggi ti emoziona ….

Ricordi belli il Lane me ne ha regalati davvero tanti ….  potrei stare ore a raccontarli, però quello che ricordo con più emozione sebbene fossi solo un “bocia” fu la mia prima bandiera, una semplice bandiera a righe bianco rossa con un gatto disegnato(ovviamente il mio animale preferito) e con la scritta forza Vicenza che mi fu regalata, comprata in una di quelle bancarelle che fuori dal Menti vendevano un po’ di tutto … credo di averla consumata a furia di sventolarla e tuttora, quando ne vedo una in curva, sento qualcosa di molto forte. Poco tempo fa al bar dello stadio ne ho trovata una con scritto forza Vicenza e un gatto disegnato nel mezzo … beh ovviamente non ho resistito!

 

Dopo tante interviste incentrate sul passato, con te vorrei parlare invece del campionato in corso, bruscamente interrotto dall’emergenza COVID-19 proprio sul più bello, quando ormai ci si stava preparando alla volata finale ….. Il cammino dei biancorossi si è fermato a quota 61, con sei punti di vantaggio dalla Reggiana seconda in classifica e otto dal Carpi che però ha giocato una partita in meno. Vorrei analizzare con te questi numeri. 18 partite vinte, di cui 9 in casa e ben 9 in trasferta ….

Sono numeri da capogiro!! Erano anni che non si ottenevano risultati del genere, tra casa e trasferta stesso numero di vittorie  forse perché giochiamo sempre in casa con una tifoseria cosi numerosa …. In pratica giochiamo sempre con l’uomo in più.  

Abbiamo perso solamente due partite, come la Reggiana … come interpreti questo dato?

Che sono le due squadre più forti del campionato, ma la capolista siamo noi e i punti di distacco sono la prova inconfutabile del nostro valore. Sì, purtroppo due partite le abbiamo perse ed ero presente sia a Piacenza che in casa contro il Padova, ma sul piano del gioco in entrambi i casi il Vicenza ha giocato bene e si poteva fare risultato. Solamente episodi sfavorevoli e un pizzico di sfortuna ci hanno penalizzato, ma anche dalle sconfitte si impara qualcosa …. e cosi è stato.  

Pur tenendo conto che la serie C si è fermato prima al nord e poi al sud, con le sue 12 reti al passivo Il Vicenza è la squadra che ha subito meno gol di serie A, B e C. Mi dai tuo giudizio sui singoli componenti di questo muro biancorosso?

E’ proprio cosi Anna, hai detto bene un muro!! E un muro è composto di tanti singoli mattoncini che potremmo chiamare ognuno con il suo nome, ma questo muro regge se ben unito e cementato a dovere …  il cemento é stato fatto a regola d’ arte da società, allenatore, e anche da noi tifosi, quindi non parlerei dei singoli ma del gruppo … lo definirei come il muro più alto e lungo del mondo “la grande muraglia biancorossa”.  

Adesso tocca ai centrocampisti …. sugli scudi Jari Vandeputte, grande scoperta di Magalini e vero uomo assist …

Vandeputte è un talento che secondo me deve ancora esplodere, un numero impressionante di assist e prossimamente arriveranno anche i goal ..sta entrando nel cuore di molti tifosi e spero resti a Vicenza per parecchio tempo farebbe la sua bella figura sia in B che in serie A …. Speriamo che Jari ci arrivi presto alla serie  A, ma con la maglia del lane ovviamente.  

Con 41 gol segnati ci inseriamo al terzo posto nella classifica degli attacchi più prolifici. … anche qui ti chiedo un parere sui nostri attaccanti ….

Anche l’ attacco rispecchia la struttura della difesa e del centrocampo,  non c’è un singolo bomber per cui la squadra gioca, quindi non avremo un super capocannoniere da 20 gol in testa alla classifica dei cannonieri.  Ma questo poco importa, quando in goal vanno in tanti vuol dire che c’è gioco di squadra e in serie C  il campionato lo vinci di squadra non di individualità.  

Ora vorrei parlare di mister Di Carlo. In una recente intervista ha dichiarato che Renzo Ulivieri lo ha costruito come giocatore, mentre Francesco Guidolin gli ha dato la consapevolezza delle sue possibilità. Come dire che il primo ha lavorato sul corpo migliorando la parte tecnica, il secondo ha lavorato sulla testa ….

Sicuramente Ulivieri e Guidolin hanno formato Di Carlo, trasformando un mediocre giocatore (tecnicamente agli inizi lasciava molto a desiderare) in un ottimo giocatore, credo proprio che Mimmo stia lavorando sulla mentalità dei giocatori e di tutto il team sfruttando i suoi insegnamenti: “Tanto di cappello” al nostro mister per quello che ha dato e sta dando al Vicenza e a tutti i tifosi…. beh che dire…. “solo noi solo noi Mimmo Di Carlo lo abbiamo noi!!!”

Da tanti anni mancava un leader, chi pensi sia il giocatore più importante nello spogliatoio?

Sinceramente il giocatore più importante potrei dirtelo frequentando lo spogliatoio, quindi non posso risponderti. Credo comunque sia più di uno e questo è positivo per tenere il morale del gruppo sempre alto.

Ritieni che il Vicenza abbia ancora margini di miglioramento?

Ci potranno essere margini di miglioramento sicuramente sul piano del gioco. A inizio campionato quando ho fatto l’abbonamento avevo già previsto sulla carta una buona squadra e ora vedendo punti, gioco e classifica posso solo essere contento dello spettacolo offerto dalla squadra, dopo molti anni a dir poco penosi.  

Voglio metterti in imbarazzo: allenatore, giocatore e presidente numeri uno …..

Qui ti rispondo per il glorioso passato : Guidolin,  Paolo Rossi, Dalle Carbonare…… ma ce ne sarebbero molti altri… e in futuro potrebbero diventare Di Carlo, Marotta, Rosso ….. staremo a vedere.  

La sosta forzata per l’emergenza COVID 19 forse ci consegnerà un tappeto erboso finalmente degno del Menti. Pensi che qualche punto sia stato perso in casa anche per l’inadeguatezza del campo, dovuta a anni di incuria durante le precedenti proprietà? 

Sì,  quest’anno il Lane l’ho visto giocare in casa e in trasferta, le prestazioni migliori le ha offerte in campi dove il manto erboso sembrava essere di velluto … vedi Trieste, Cesena… la squadra è tendenzialmente tecnica e  gioca palla a terra, questo su un campo con manto non idoneo è penalizzante, ma son sicuro che quando il prato del Menti verrà risistemato a Vicenza non ce ne sarà per nessuno … sulle gestioni societarie passate non entro in merito, mi farebbe solo arrabbiare…..  

Siamo arrivati ai saluti. Ti lascio tutto lo spazio che vuoi per mandare un tuo messaggio al mister, alla squadra e salutare i tifosi….

Sperando di portare a termine il campionato e di conquistare la promozione, a Mimmo e alla squadra posso solo fare i complimenti e magari un giorno chissà … forse riuscirò a stringere la mano ad uno  per ringraziarli di quello che hanno fatto e faranno x il Lanerossi Vicenza. Avere una maglia autografata da tutti  sarebbe un piccolo sogno …. Spero che un giorno si avveri!

Sui  tifosi vorrei soffermarmi un po’ di più visto che sono la forza e l’anima di questo Vicenza, sempre presenti nella buona e nella cattiva sorte .

In particolare vorrei ringraziare il gruppo “Quei da Fora”, conosciuti per caso alla festa della Sud. Mi hanno accolto come un fratello, ora ci si trova quasi sempre in casa o in trasferta , arrivano da tutta Italia e molti seguono il Vicenza anche dall’ estero. Non mancano le bevute e le mangiate in compagnia, pensavo di essere un solitario che viaggia in lungo e largo per l’Italia per seguire la squadra del cuore ma invece ho scoperto che siamo davvero in tanti. Il Lane è il nostro pane quotidiano, ci scambiamo link utili, video, foto fatte allo stadio ecc. Ognuno ha la sua vita ma tutti abbiamo un interesse comune … il Vicenza …. ci scriviamo quasi tutti i giorni come una famiglia e questo é davvero un valore aggiunto … Doveroso un ringraziamento al Club Giancarlo Salvi che spesso aiuta  noi tifosi da fuori Vicenza con le trasferte, consigli , suggerimenti, biglietti e un grazie a te Anna Belloni, super tifosa del Vicenza per la tua disponibilità e l’occhio di riguardo che hai verso i tifosi lontani … Vorrei salutare tutti i tifosi del Lane omaggiandoli con un filmato composto di video amatoriali che ho girato questo anno in curva sud in casa e anche in trasferta, sperando che la quarantena per il covid19 finisca presto e di tornare il prima possibile ad assaporare la gioia di tifare il nostro Lanerossi Vicenza al  Menti.

Grazie Tommy del tuo contributo e della tua grande passione! A prestissimo!