Il presidente della Reggiana, intervenuto a CasaDiMarzio, ha contestato la scelta dei criteri per la quarta promozione diretta, che premierebbe il Carpi: “Noi abbiamo espresso la volontà di giocare, anche se la Reggiana sarebbe una delle squadre più penalizzate da uno stop – le dichiarazioni riprese da gianlucadimarzio.com – Si decidesse così, noi ci dovremmo tutelare. Vogliamo giocare perché sappiamo di poter vincere”. Quintavalli prosegue: “Noi non sapevamo che votazione sarebbe arrivata. Il merito sportivo può essere raggiunto in diversi modi. Abbiamo mandato una PEC con le nostre considerazioni che è stata messa agli atti. Se questo criterio sarà confermato siamo pronti a impugnarlo in ogni sede. Potrebbe essere un criterio per i Play Off, non per una promozione. noi abbiamo chiesto che promuovano noi e il Bari”.