Tra circa una settimana i biancorossi sotto contratto si ritroveranno per sottoporsi alle visite mediche e ai controlli stabiliti dalla normativa anti Covid-19. Il gruppo che verrà affidato a Mimmo Di Carlo vedrà qualche faccia nota in meno (al momento Albertazzi, Liviero, Davide Bianchi, Tronco, Arma e Giacomelli n.d.r.) e probabilmente anche qualche nuovo arrivo. Vicinissimo a vestire la maglia biancorossa è Riccardo Meggiorini che lo scorso 30 giugno si è svincolato dal ChievoVerona, ma il direttore sportivo del club berico Giuseppe Magalini lavora anche su un altro parametro zero, quel Manuel Marras che si è liberato dal Livorno e che in questi giorni sta valutando le proposte che gli sono arrivate. Tra queste anche quella della società di via Schio, con domanda ed offerta che al momento sono però abbastanza lontane. Marras è un esterno destro di piede mancino, un attaccante che per caratteristiche tecniche assomiglia molto a Stefano Giacomelli (anche se Jack è destro e gioca a sinistra n.d.r.) per il quale non si registrano novità. A riguardo l’ex direttore sportivo del Vicenza Calcio Renzo Castagnini, attualmente al Palermo, ha smentito qualsiasi interesse sia per il numero 10 biancorosso, ma anche per l’ormai ex Matteo Liviero e per l’attaccante Simone Guerra. In entrata il Parma ha proposto al club berico Alessio Da Cruz, 23enne attaccante che nella scorsa stagione ha giocato fino a gennaio nell’Ascoli per concludere poi la stagione allo Sheffield Wednesday. Da Cruz, che potrebbe essere tesserato come under 23, è un giovane dotato di grande talento, abile nelle progressioni e duttile tatticamente (può ricoprire il ruolo di ala, e di prima e seconda punta). Il punto dolente è rappresentato da un carattere non certo semplice da gestire, particolare che una dirigenza attenta ai comportamenti come quelle berica può avere il suo peso nel giudizio complessivo.