La grande stagione di Jari Vandeputte non è certo passata inosservata tanto che già nel gennaio scorso l’Atalanta ha chiesto informazioni al club berico sulla cedibilità dell’esterno belga. Con i campionati di serie A e B in corso il mercato sarà molto diverso dal solito, soprattutto per le tempistiche che saranno ritardate visto che le date ufficiali della campagna trasferimenti vedranno il via fissato all’1 settembre e la chiusura al 5 ottobre. Nel frattempo le richieste d’informazioni e i contatti sono già in corso con il club berico che nei giorni scorsi si è confrontato con il Sassuolo, dove lavorano gli ex Andrea Fabris e Paolo Cristallini, riguardo le prestazioni del giovane promettentissimo Giacomo Raspadori su cui la società neroverde punta tantissimo. Il club berico, a cui piace anche il terzino Marco Sala, punta ad avere in organico un forte attaccante under 23 e Raspadori, pur in prestito secco, reppresenterebbe un super colpo. Il gol segnato nel match giocato contro la Lazio sabato scorso, il primo di Raspadori in serie A, ha probabilmente ulteriormente complicato le cose perchè mister De Zerbi (che si è opposto alla cessione in prestito del giovane attaccante di Bentivoglio già quest’anno) vorrà tenerlo ancora a Sassuolo anche l’anno prossimo. Operazione quindi molto difficile, con dall’altra parte il Sassuolo a cui piace Vandeputte che potrebbe entrare nel mirino della società modenese che potrebbe acquisirne le prestazioni e lasciarlo per un anno ancora a Vicenza. Al momento poco più di uno scambio di idee tra le due società, con l’appuntamento di approfondire la questione più avanti. Come si dice, se son rose …