“Continuare il rapporto sarebbe stato un sogno”. È giunta al capolinea l’esperienza di Rachid Arma in maglia biancorossa: “In questo momento invidio chi d’ora in poi farà tanti anni a Vicenza perché è una bellissima piazza e un’ottima città”. L’attaccante, intervistato dal Corriere del Veneto, non nasconde il suo rammarico: “Dispiace aver chiuso ma conosco le dinamiche del calcio, so che le società fanno delle scelte ma ci siamo lasciati in ottimi rapporti. L’importante è aver raggiunto un grande obiettivo, qualcosa che resterà dentro anche ai miei figli e a mia moglie per tutta la vita. Ringrazio chi mi ha dato l’opportunità di tornare a Vicenza e di vincere un campionato. Staff meraviglioso e tifosi straordinari, da brividi”.

Parole al miele anche per i compagni di squadra: “Nel calcio è difficile trovare un gruppo così, quest’anno ha fatto la differenza. Avevamo un obiettivo comune, è stato quello che ci ha fatto vincere partite importanti. Quest’anno ci siamo sacrificati per prendere meno gol possibili, tanto sapevamo che prima o poi una rete sarebbe arrivata. Preferisco una stagione così, in cui ho segnato meno e vinto un campionato”.

Infine, un augurio speciale: “Ai tifosi auguro di vivere ancora tante emozioni, c’è una società forte alle spalle e sono sicuro darà altre soddisfazioni. A Vicenza c’era grande entusiasmo negli anni difficili, figurati ora. Verrò sicuramente a vedere qualche partita”.