Grandi 6 – Prende tre gol e solo nella prima rete subita non sembra esente da colpe. Nega, con l’aiuto di Cinelli, il gol a Dickman nel recupero ma un minuto più tardi Castro lo beffa dal dischetto col cucchiaio

Bruscagin 6 – Se la vede con Di Francesco e riesce a limitarlo senza particolari difficoltà. Spinge anche in avanti pur senza creare grattacapi alla difesa della Spal

Padella 6 – L’attacco della Spal era privo di Paloschi e Floccari e, limitato Sebastiano Esposito i pericoli sono arrivati dagli inserimenti di Valoti, Castro e Dickman. Mette varie pezze ma anche lui si fa sorprendere sull’azione che porta Valoti a realizzare il 2 a 2

Cappelletti 6 – Conferma la sua abilità nell’anticipo limitando bene le giocate offensive degli attaccanti spallini.

Beruatto 5 – Trova in Dickman un avversario che lo mette in grave difficoltà tanto che la Spal sfonda sempre da quella parte. L’ex difensore della Juventus non chiude l’esterno degli estensi nell’azione che porta Murgia a segnare l’1 a 1, e lo lascia colpevolmente solo permettendogli il cross per Valoti che segna il 2 a 2. Di Carlo lo toglie (in ritardo) perché capisce che Dickman da quella parte sta dilagando (dal 61’ Barlocco 5,5 – Un po’ meglio di Beruatto in fase difensiva, ma anche lui soffre l’esterno della Spal che al 92’ va vicinissimo al 3 a 2)

Nalini 6 – Gioca un’ora a buon livello in cui si butta negli spazi anche se con poco costrutto. Cala verso l’ora di gioco quando si accende la spia della riserva (dal 68’ Rigoni 6 – Entra in campo sul 2 a 2 cercando di dare equilibrio alla manovra mettendo la sua esperienza al servizio della squadra)

Pontisso 5.5 – Ancora una prestazione in cui l’impressione è che, per mezzi fisici e tecnici, possa dare di più. Fa meglio in fase di interdizione recuperando tanti palloni ma in fase di impostazione è troppo prevedibile. Si fa sorprendere da Valoti nell’azione del 2 a 2 (dal 69’ Vandeputte 5 – Anche a Ferrara non si è visto il giocatore tecnico e rapido che abbiamo ammirato l’anno scorso. La speranza è che si ritrovi presto perché questo gruppo ha bisogno del miglior Vandeputte).

Cinelli 6 – Disputa una buona gara impreziosita dal salvataggio sulla linea sul colpo di testa di Dickman deviato da Grandi. Un minuto dopo tocca con il gomito il pallone calciato da Sernicola ma nell’episodio è più sfortunato che colpevole

Dalmonte 7.5 – Segna un gran gol (alla Giacomelli) ed è protagonista e assist man del contropiede che porta al gol del 2 a 1 segnato da Meggiorini. Motorino inesauribile, è un pericolo costante per la difesa della Spal

Meggiorini 6,5 – Conferma di essere un giocatore importante per questo L.R. Vicenza anche se al momento ha solo un’ora nelle gambe. Realizza il primo gol con la maglia biancorossa che però non basta per tornare a casa con dei punto (dal 61’ Longo 6 – Mostra qualche giocata interessante, ma l’impressione è che dal punto di vista atletico sia in ritardo e debba lavorare molto per mettersi al pari con i compagni).

Gori 5 – Lotta su tutti i palloni con i centrali della Spal, e non meriterebbe la bocciatura. Ma quando non si segna un gol come quello che ha sbagliato lui, l’insufficienza è d’obbligo (dall’83’ Jallow 5 – Al momento non è presentabile nemmeno per dieci minuti)

Di Carlo 6 – La squadra corre, lotta e non sfigura, ma l’impressione (che partita dopo partita diventa sempre più concreta) è che manchi sempre qualcosa per portare a casa il risultato. A livello tattico magari oggi una mossa, una soluzione per arginare uno straripante Dickman si poteva (doveva) provare a proporla, e nel complesso i due punti ottenuti in quattro gare sono bottino magro tanto che una riflessione su qualche variazione al modulo finalizzata ad aiutare una squadra che subisce troppi gol sarà opportuno pensarla. La scarsa (per usare un eufemismo) condizione di Longo e Jallow in avanti non lo aiuta, nella speranza che Meggiorini stia bene …