Lunedì 4 gennaio 2021 aprirà i battenti il mercato invernale. Per il direttore sportivo biancorosso Giuseppe Magalini il primo obiettivo sarà quello di sfoltire la rosa con Scoppa a centrocampo e almeno un elemento in attacco (Guerra e Marotta i primi indiziati) a svestire la maglia biancorossa. Le strategie dipenderanno poi anche dall’evolversi degli infortuni di Ierardi (che ha ripreso da poco ad allenarsi dopo essere stato bloccato da un’ernia discale) e di Pontisso che sta seguendo un programma fisiochinesiterapico che, se non si presenteranno intoppi, dovrebbe consentire all’ex Udinese di tornare a giocare a febbraio. Nel frattempo il ds biancorosso sta sondando il mercato per capire quali opportunità possa offrire con le prime indiscrezioni che cominciano a circolare.

Da almeno un mese da Livorno rimbalza con insistenza l’interesse del L.R. Vicenza per Davide Agazzi (nella foto) mediano del club toscano che ha chiesto e ottenuto lo svincolo a seguito dei mancati pagamenti del club amaranto entro i termini previsti. Agazzi è un centrocampista dotato di una discreta visione di gioco, che potrebbe completare la mediana biancorossa nel caso, come detto, partisse Scoppa. Andando a verificare la notizia, l’interesse del club berico per Agazzi non sarebbe così deciso tanto che, ad oggi, le possibilità che il centrocampista di scuola atalantina venga a giocare a Vicenza non sembrano molte soprattutto se il recupero di Pontisso precedesse senza intoppi. A centrocampo, soprattutto in funzione delle situazioni fisiche relative a Nalini e Vandeputte, potrebbe invece riprendere corpo la candidatura di Giuseppe Mastinu, lanciato nel calcio che conta proprio da Mimmo Di Carlo e seguito nel gennaio scorso da Magalini che poi ha fatto cadere la scelta su Nalini. Mastinu è un centrocampista molto duttile, dotato di una buona tecnica individuale che gli consente di giocare da esterno, da mezzala e anche da trequartista e andrebbe ad aumentare le scelte tecniche di Di Carlo, ma anche la qualità del reparto. Altro giocatore tenuto sotto osservazione è il granata Erik Ferigra, un giovane difensore ecuadoriano che nella scorsa stagione ha militato nell’Ascoli. Ferigra è un difensore tecnicamente ben dotato, ma non particolarmente strutturato e che di conseguenza soffre negli uno contro uno e nei contrasti difensivi. Di fatto il ruolo in cui si esprime meglio è il terzo di destra in una difesa con tre centrali, ma ha fatto vedere di poter fare bene anche da terzino destro. Un’opzione che al momento sembra essere tenuta in considerazione nel caso Ierardi non desse garanzie di completo recupero e che potrebbe essere lasciata cadere se il difensore milanese superasse al meglio i problemi alla schiena, a meno che non ci possa essere una partenza nel reparto arretrato con capitan Bizzotto, il cui contratto scadrà il prossimo 30 giugno, primo indiziato.