Nella 18^ giornata di serie B il L.R. Vicenza affronterà allo stadio “Menti” la formazione laziale del Frosinone.
I gialloblu laziali, che nella scorsa stagione hanno sfiorato il ritorno in serie A perdendo la finale playoff contro i liguri dello Spezia, sono partiti anche quest’anno con l’obiettivo di puntare alla promozione in massima serie, confermando l’allenatore Nesta e buona parte dell’organico della scorsa annata.
Nonostante le premesse e gli obiettivi ambiziosi di inizio stagione, la formazione del presidente Stirpe ha fin qui reso al di sotto delle aspettative, conquistando 25 punti in 16 partite e stazionando attualmente ai margini della zona playoff. Dopo un inizio promettente, in cui i leoni si erano issati al 3° posto solitario in classifica, un mese di Dicembre particolarmente negativo (6 punti in 6 partite) ha riportato sulla terra i ragazzi di Nesta. A discapito di uno dei migliori rendimenti difensivi della categoria (16 reti subite in altrettante partite), i ciociari hanno patito particolarmente lo scarso rendimento offensivo (solamente 17 reti messe a segno fino ad ora, nove dei quali messi a segno dal duo Novakovich-Parzyszek). Al fine di porre rimedio ai limiti strutturali della sua squadra, il mister gialloblu ha recentemente proposto un cambio di modulo, passando dal collaudato 3-5-2 ampiamente utilizzato in passato, al 4-3-3 impiegato di recente nelle sfide contro Pordenone e Spal. Questo cambio di modulo non ha fin qui dato grandi soddisfazioni, avendo portato in dote un solo punto ottenuto nella gara interna contro il Pordenone, ma considerando che la variazione tattica è coincisa con un focolaio di Covid-19 che ha privato mister Nesta di diverse soluzioni e condizionato pesantemente il rendimento dei gialloblu, è possibile che questa soluzione venga riproposta nuovamente anche nella sfida del “Menti” e in quelle successive.
Da un punto di vista della formazione, le scelte per il mister romano paiono essere abbastanza obbligate considerate le numerose assenze per Covid-19.
In porta toccherà probabilmente a Iacobucci, che dovrebbe essere preferito al rientrante titolare Bardi, non al meglio della condizione.
In difesa, se Nesta dovesse riconfermare lo schieramente a quattro, sulla fasce dovrebbero trovare spazio Zampano e Beghetto, con il duo formato dall’ex biancorosso Brighenti e Szyminski al centro.
A centrocampo pare probabile l’impiego del trio formato da Gori, Maiello e dall’ex Pescara e Juventus Kastanos.
In attacco, come dichiarato dal mister laziale nella conferenza stampa pre partita, in caso di attacco a tre solo uno tra Novakovich e Parzyszek troverà spazio nel ruolo di centravanti (il bomber statunitense pare essere favorito sul collega polacco), con Tribuzzi e il neo acquisto Millico (attaccante scuola Torino arrivato in gialloblu da pochi giorni).