Le dichiarazioni di Mimmo Di Carlo alla vigilia di L.R. Vicenza-Spal:

Nelle ultime partite siamo migliorati in gioco e compattezza. Abbiamo lavorato su noi stessi, per essere più convinti e più determinati nel far male a qualsiasi squadra. La Spal vanta giocatori di esperienza, ha un bravo allenatore ma per me tutte le squadre si possono affrontare: domani puntiamo a vincere, mettendo in campo le nostre caratteristiche.

Cappelletti, Jallow e Zonta sono convocati. Abbiamo recuperato Da Riva e Nalini, non sono in condizioni ottimali ma stanno bene. A parte Ierardi ho tutti a disposizione. Il mese di dicembre per noi è stato problematico, abbiamo raschiato il fondo. Avere ampia scelta non è di certo un handicap, ma può creare più soluzioni. Il gruppo lavora con dedizione e ci porterà agli obiettivi.

Nel campionato di ritorno non possiamo dare vantaggi, per questo tengo per me le scelte di formazione. Domani può giocare Gori, come può giocare Longo che ha voglia di rientrare. Oppure anche Lanzafame. Per me sono tutti titolari, perchè chi non scende in campo dall’inizio sicuramente troverà poi spazio. Meggiorini con Lanzafame può essere spendibile come coppia? Lanzafame negli ultimi anni ha giocato come punta, come finalizzatore. Vuole essere al centro del gioco e vuole la palla. Può giocare insieme a Meggiorini, ma può fare anche il trequartista. Poi ci sono anche Dalmonte e Giacomelli, con l’intero gruppo a disposizione sono convintissimo e ho grande fiducia che possiamo toglierci grandi soddisfazioni.

Il 4-3-3 con due esterni offensivi? Stiamo giocando con il 4-3-3, perchè con il trequartista che si alza davanti abbiamo tre giocatori offensivi. Con il centrocampista davanti la difesa siamo più solidi e compatti, dobbiamo però trovare le giocate vincenti come nell’ultimo periodo le ha avute Giacomelli: il gruppo l’ha osannato e il capitano spinge i ragazzi a tirare fuori il meglio.

Io guardo noi stessi. L’ho detto ai ragazzi: non bisogna guardare agli avversari. Nel girone di ritorno non c’è una squadra favorita sull’altra, anche se di sicuro può esserci una rosa più ampia e con più qualità come lo è la Spal. Ma come gruppo, mentalità e atteggiamento dobbiamo essere più forti domani per cercare di conquistare tre punti.

Il tifo domani si mobilita: è importantissimo perchè la squadra sta fornendo prestazioni che rendono orgogliosi i tifosi. E’ un segnale positivo, ci daranno una carica straordinaria. Stiamo ritornando a essere squadra tutti assieme, dentro e fuori dal campo.

Il difetto che vorrei togliere alla squadra? E’ facile dirlo, sono le palle inattive… Sul gol preso a Salerno c’erano due giocatori fuori posizione. E’ stata la nostra pecca. Altre volte sono stati più bravi gli avversari. In settimana stiamo lavorando su queste situazioni cercando di trovare la soluzione”.