Le dichiarazioni di Di Carlo al termine di L.R. Vicenza-Pescara:

“Grande prova di maturità, i ragazzi hanno fatto tutto quello che avevamo preparato. Il gol è arrivato da una giocata della squadra. Sono tre punti fondamentali che ci avvicinano alla salvezza, ci mancano ancora 7-8 punti. Pensiamo alla sosta, sperando di recuperare qualche infortunato per poi fare un finale di campionato in sprint.

Meggiorini e Lanzafame? Sono due giocatori di qualità e di esperienza. Lanzafame la seconda punta la fa ancora meglio, però hanno entrambi intelligenza tattica e formano un attacco che definirei pesante. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra anche nella gestione della palla in alcuni momenti, il Pescara ha fatto la partita che poteva fare e siamo stati bravi a non concedere molto. Non abbiamo preso gol e quando succede significa che la squadra ha lavorato bene. Nessun rimpianto per non aver capitalizzato nel primo tempo, è chiaro che sono partite che si decidono sugli episodi e noi oggi li abbiamo portati dalla nostra parte. Una grandissima vittoria, in un momento dove bisognava lanciare un segnale: ora bisogna lavorarci sopra e cavalcare l’entusiasmo.

Meggiorini deve fare almeno 14 gol, come avevo detto ad inizio stagione. Gliene mancano 3 e l’obiettivo è alla sua portata.

Con la rosa al completo si deve arrivare anzitutto alla salvezza, restando con i piedi per terra e consapevoli che siamo una squadra con qualche difetto, ma di alto valore umano e di gruppo. Queste cose non si comprano, bensì si costruiscono con il lavoro”.