Contro l’Ascoli mister Di Carlo deve fare a meno degli squalificati Meggiorini e Vandeputte, oltre dell’infortunato Lanzafame. Rientra tra i convocati Dalmonte che partirà dalla panchina e potrebbe entrare, per uno spezzone di partita, a gara in corso. Probabile che Di Carlo porti qualche modifica nell’undici iniziale con Cappelletti che farà parte dei titolari schierato probabilmente nel ruolo di terzino destro se Padella, il grande ex della partita, sarà del match. In difesa spazio a sinistra a Barlocco che potrebbe essere preferito a Beruatto. A centrocampo con Pontisso e Cinelli dovrebbe esserci Zonta, mentre Da Riva è candidato a giocare insieme a Giacomelli dietro alla punta centrale che sarà probabilmente Longo.

Nell’Ascoli è probabile che mister Sottil confermi il modulo 4-3-2-1 con Leali in porta, e la difesa formata da Pinna (in ballottaggio nel ruolo con Cacciatore e l’ex Pucino), capitan Brosco, Quaranta e D’Orazio (in vantaggio su Kragl). A centrocampo spazio a Saric, Buchel (favorito su Danzi) e Caligara con Sabiri (in lizza per una maglia con Parigini e Cangiano) e Bidaoui a supporto del rientrantre Dionisi.

 

Ascoli (4-3-2-1): Leali; Pinna, Brosco, Quaranta, D’Orazio; Saric, Buchel, Caligara; Sabiri, Bidaoui; Dionisi. A disp. Sarr, Cacciatore, Pucino, Kragl, Avlonitis, Danzi, Eramo, Mosti, Parigini, Cangiano, Simeri, Bajic. All. Sottil

L.R. Vicenza (4-3-2-1) Grandi; Cappelletti, Padella, Valentini, Barlocco; Zonta, Pontisso, Cinelli; Da Riva, Giacomelli; Longo. A disp. Perina, Ierardi, Beruatto, Pasini, Bruscagin, Agazzi, Rigoni, Nalini, Dalmonte, Jallow, Mancini, Gori. All. Di Carlo