Le dichiarazioni di mister Di Carlo al termine di Ascoli-L.R. Vicenza:

“Tutti si sono impegnati, è chiaro che abbiamo avuto meno intensità e qualità. Nelle due occasioni, capitate nel primo tempo, potevamo fare gol ma non ci siamo riusciti. L’Ascoli è stato più bravo a crederci. Quando si gioca a ritmo basso esce meno la qualità della squadra. Abbiamo speso tanto con il Cittadella, non siamo riusciti a recuperare a livello mentale.

Le assenze? Ci sono giocatori con caratteristiche diverse. Tutti si sono impegnati, ma oggi è mancata la qualità, sono mancate le accelerazioni. Quando vengono meno questi aspetti diventiamo bruttini. La sconfitta ci dice che se giochiamo a ritmi bassi non possiamo vincere. Le energie spese venerdì oggi le abbiamo un po’ pagate.

Nel primo tempo Jallow e Longo hanno avuto le loro occasioni che potevano portarci in vantaggio. Longo, poi, ha avuto problemi alla caviglia, ho provato a inserire Mancini, Nalini e Gori ma la partita non è cambiata. Il mio cruccio rimane il secondo gol preso, perchè la partita si poteva pareggiare. Sono comunque contento per la rete di Gori.

Cosa è successo durante il cambio di Giacomelli? L’ho visto stanco, prima volevo cambiarlo, poi no, poi ho deciso di mettere i tre difensori. Ne stavamo parlando, questo è quanto.

Da Riva sta bene, è un valore aggiunto. Ora cerchiamo di metterci alle spalle questa partita, cercando di trarne gli aspetti positivi. Riprendiamo la corsa verso la salvezza che dista 4 punti e dobbiamo farli il prima possibile”.