Al termine della pesante sconfitta contro il Brescia, l’attaccante del L.R. Vicenza Riccardo Meggiorini ha rilasciato le seguenti dichiarazioni.

“Oggi è arrivata una brutta sconfitta, ma fino a un certo punto la partita è sembrata equilibrata. Anche l’atteggiamento è stato quello giusto, abbiamo fatto una mezzora importante costringendo loro a sbagliare molto. Sul primo gol loro c’era un fallo di mano, mentre il secondo lo abbiamo regalato noi con l’episodio del rigore. A deciderla sono stati gli episodi, non ho visto il Brescia sovrastare il Vicenza. Come è lo stato d’animo nello spogliatoio? Perdere è sempre brutto, dipende sempre da come si perde sia in termini di prestazione che di risultato. Oggi c’è stata troppa differenza, di gol, di risultato. Credo sia mancata un po’ di coesione tra i reparti, per bloccare le loro trame di gioco. Abbiamo anche creato delle occasioni importanti: la parata di Joronen su di me, il calcio di punizione di Giacomelli, e in generale abbiamo fatto un buon primo tempo compromesso dall’episodio del calcio di rigore. Il mio tiro? Volevo angolarla di più ma non sono arrivato pulito sulla palla e sono un po’ scivolato, peccato perché ci tengo a fare gol, sia per il morale che per la spinta alla squadra. Mancano due partite da qui alla fine e dobbiamo terminare al meglio senza regalare niente. Un po’ di relax dopo la vittoria di Chiavari? Assolutamente no, lo dimostra l’ottimo primo tempo fatto dalla squadra, con un ottimo gioco. Ho visto distanze molto ampie: abbiamo corso tantissimo, ma abbiamo corso male. Per il resto credo che sia un risultato un po’ esagerato. Siamo quasi salvi ma la matematica non c’è, perciò dobbiamo pensare solo ad andare a Frosinone a fare risultato.”