Oralee Clinica Dentale Vicenza
News

Parola al tifoso: tra Luca Rigoni, Curcio, e il futuro della squadra e di Giacomelli

0
3398

L’acquisto di Luca Rigoni e di Jari Vandeputte, la posizione di Curcio, il valore della squadra affidata a Mimmo Di Carlo e il contratto in scadenza di Stefano Giacomelli. Sono questi i punti su cui hanno chiesto lumi i tifosi biancorossi che ci hanno scritto nei giorni scorsi.  Vi ricordiamo che potete scrivere a  redazione@biancorossi.net inviandoci le vostre opinioni, i vostri consigli e le vostre domande. La redazione si riserverà il diritto di non pubblicare o censurare testi e parole non ritenuti idonei.

Buongiorno gentile Redazione,
Vi scrivo perchè vorrei capire come si è arrivati all’esclusione dalla rosa di Alessio Curcio e se è possibile arrivare ad una rescissione contrattuale tra il giocatore e la società. Grazie. Antonio Carlassare

(Curcio non rientra nei piani tecnici della società e di Di Carlo come più volte pubblicamante dichiarato dal direttore sportivo Magalini. Il giocatore si allena con i compagni a Capovilla ma non sarà mai convocato fino a gennaio quando riaprirà il mercato. Una rescissione è possibile, ma in ogni caso Curcio potrà scendere in campo con un’altra squadra solo a partire da gennaio. Per comprendere meglio, si trova nella stessa situazione di Antonio Cinelli che lo scorso anno a fine ottobre ha rescisso il contratto con il ChievoVerona accordandosi poi con la società biancorossa ma per regolamento ha potuto scendere in campo solo alla ripartura del mercato a gennaio. Red.)

Vorrei chiedere la vostra opinione sul valore della rosa a disposizione di Di Carlo e se ritenete, dopo l’arrivo di Rigoni e Vandeputte, che possa vincere il campionato. L’anno scorso avete azzeccato la previsione del piazzamento e quindi sono curioso di sapere cosa pensate quest’annno.                                                                                                                 Paolo Dal Bosco

(Squadra forte, completa in ogni reparto. Niente a che vedere con quella modesta (il campo ci ha dato, ahinoi, ragione) dello scorso anno. Organico migliorato in qualità, forza e personalità, le principali lacune viste nella scorsa stagione. La nostra idea che il gruppo allenato da Di Carlo sia da prime tre posizioni in classifica, ma considerando gli ampi margini di miglioramento riteniamo che non abbia niente da invidiare a nessuno. Red.)

Come mai non si parla del rinnovo del contratto di Giacomelli? C’è la possibilità che se non si trova un accordo a gennaio vada via? E cosa ne pensate del nuovo ruolo in cui gioca adesso? Paolo Caldognetto

(A precisa domanda sul rinnovo del contratto di Giacomelli, la dirigenza berica ci ha risposto che non c’è fretta e che la cosa verrà affrontata a tempo debito. Difficile pensare che a gennaio si possa arrivare ad un divorzio tra Giacomelli e la società di via Schio, ma è indubbio che è altrettanto complicato pensare che Giacomelli arrivi in scadenza a giugno. Molto probabile che il mese di ottobre sarà importante per capire quale sarà il futuro di Jack. Red.)

Gentile Redazione, vorrei capire come è stato possibile che un giocatore come Luca Rigoni con un ingaggio da serie A sia potuto venire a Vicenza. Avevo letto che era svincolato ma poi propio voi di biancorossi.net avete spiegato come avesse un altro anno di contratto con il Parma. E cosa ne pensate del suo arrivo? In che ruolo lo farà giocare Di Carlo?               Renato Bordignon

(La prima precisazione da fare è che Luca Rigoni NON era svincolato come qualche prestigiatore di notizie si era inventato. Leggendo il nostro articolo del 17 giugno scorso sulla situazione di Rigoni potrà comprendere come a quel tempo non ci siano mai stati contatti tra la società biancorossa e il giocatore. Il tutto confermato direttamente da Rigoni che non rientrava più nei programmi del Parma ed era seguito dal Brescia in serie A e da Frosinone, Cremonese e Benevento in serie B. Tutto è cambiato quando a tre, quattro giorni dalla fine del mercato, come confermato più volte anche dal direttore sportivo Magalini, Rigoni ha deciso di comunicare al Parma che visto che lo volevano cedere lui sarebbe andato solo a Vicenza. “Operazione rapida ma molto complicata” – sono state le parole di Rigoni – questo perchè il Parma parteciperà in larga parte al pagamento dell’ingaggio di Rigoni che è assolutamente fuori portata per il club biancorosso, ma lo sarebbe stato anche per tutte le società di serie B. Una trattativa conclusa a pochi minuti dalle 22 del 2 settembre, orario di chiusura del mercato, e iniziata, lo ribadiamo, solo pochi giorni prima. Quanto al contributo che darà alla squadra e a dove lo farà giocare Di Carlo non abbiamo preoccupazioni. Conosciamo Luca Rigoni da quando era un ragazzino e la sua serietà, professionalità e l’attaccamento ai colori biancorossi lo porteranno ad essere un pilastro della squadra. Del resto ha detto chiaro che è tornato a Vicenza per vincere. Più esplicito di così … Red.)