Stefan Schwoch, ex centravanti e direttore sportivo del Vicenza Calcio, la serie B la conosce bene per aver commentato a DAZN le gare del torneo cadetto della stagione in corso. Schwoch vive a Vicenza e segue attentamente le vicende del club berico di cui è rimasto tifoso, e al Corriere del Veneto ha parlato della situazione del mercato biancorosso e soprattutto del reparto offensivo della squadra di Mimmo Di Carlo. ” Meggiorini è un acquisto che condivido, porterà a Vicenza esperienza e la conoscenza della categoria – ha spiegato Schwoch – nella stagione appena conclusa ha segnato 8 gol e se starà bene sarà sicuramente un ottimo rinforzo “. L’ex numero 9 del Vicenza Calcio sa bene però che in serie B serve come l’aria un bomber da 15-20 gol, profilo che la dirigenza berica sta cercando. ” Tra i nomi che ho letto quello che si integrerebbe meglio con Meggiorini è Forte della Juve Stabia, un attaccante completo che attacca benissimo la profondità, bravo di testa e ben dotato tecnicamente. Normale che se un giocatore è bravo lo cerchino in tanti e che non costi poco, ma se vuoi prendere un attaccante forte in serie B serve fare un investimento importante, non c’è alternativa “. Nel torneo che sta per chiudersi i capocannonieri Iemmello e Simy hanno ingaggi corposi, così come Massimo Coda un altro profilo che a Schowoch piace molto. ” Per Coda il discorso è un pò diverso perchè è svincolato e di conseguenza ci si deve accordare solo con il giocatore. Normale che il suo ingaggio sia pesante ma il suo profilo è perfetto per qualunque club ambizioso di serie B. E’ un attaccante che ti dà sicurezza, un top in questo momento. Sa giocare per sè e per la squadra, può essere impiegato da punta centrale nel 4-3-3 e in coppia con un’altra punta nel 4-4-2. Da quel che so per Coda la concorrenza è spietata e portarlo a Vicenza sarà molto complicato “. Tra gli altri nomi accostati al club berico nessuno pare convincere più di tanto Schwoch che indica in Junior Messias del Crotone un profilo nuovo, una punta con doti importanti. ” L’ho visto più volte e devo dire che mi è sempre piaciuto tanto – ha concluso Schwoch – ha un potenziale incredibile “.