Queste le parole dei biancorossi al termine della gara al “Rigamonti” conclusasi con il perentorio successo sul Brescia:

Jacopo Da Riva Partita da incorniciare soprattutto per la vittoria arrivata con un tre a zero fuori casa. Ne avevamo bisogno. Arrivavamo da una serie di risultati non positivi ma con prestazioni buone. Oggi abbiamo ottenuto il massimo sotto tutti punti di vista sia del gioco che del risultato. Per me tante emozioni perché fare due gol per la squadra in un momento così è davvero bellissimo. Dedica per la doppietta? A Don Fausto e Andrea Rinaldi due persone che sono mancate nel 2020 e alle loro memoria voglio dedicare questi due gol. Quale dei due gol mi ha emozionato maggiormente? Il primo ha dato la svolta alla partita ed è servito a dare una scossa sotto quel punto di vista. Il secondo ci ha permesso di  mettere al sicuro il risultato, quindi alla fine sono state entrambi emozionanti. Se il mio passato da trequartista mi aiuta negli inserimenti? Si, in passato ho giocato spesso anche da mezzala e questo modulo a tre permette di esaltare gli inserimenti vicino agli attaccanti ma va detto che in entrambe le occasioni i compagni , Gori e Rigoni, sono stati bravi a darmi la palla in modo fantastico e questo mi ha permesso di arrivare con più facilità davanti alla porta. Meglio con questo modulo? Mah… alla fine qualsiasi sia il modulo bisogna cercare di fare sempre il massimo. Poi è ovvio che alcune azioni vengono meglio con un modulo piuttosto che con un altro ma alla fine non è quella la cosa fondamentale. Il mio contributo a questa squadra? Io voglio continuare così e anzi migliorare e dare sempre di più. L’importante è stare bene fisicamente ed essere a disposizione del mister e dei compagni. Che consiglio mi sento di dare a Mancini che ha esordito a sedici anni? Di continuare a lavorare. Di assaporare il clima dello spogliatoio e lo spirito che abbiamo tra noi compagni. Si vede che è un ragazzo dotato fisicamente e tecnicamente, l’importante è che mentalmente stia “sul pezzo” e continui così.

Luca Rigoni: Il modulo ha inciso nella partita perfetta del L.R. Vicenza? Credo che il mister abbia preparato bene la partita ha deciso di fare questo cambio di modulo ma credo che nelle difficoltà il gruppo ha dimostrato carattere e bisogna fare i complimenti a tutti perché oggi con tutte queste indisponibilità non era facile fare risultato pieno. Abbiamo  una rosa all’altezza della situazione e si è dimostrato che abbiamo alta qualità e concentrazione.  Quanto cuore c’è in questa vittoria? L’importante era fare una partita da “Vicenza”, dimostrare carattere dopo due sconfitte e abbiamo dimostrato di essere all’altezza di questo campionato e come ho detto bisogna solo fare i complimenti alla squadra. A poche giornate dalla fine del girone di andata potremmo avere raccolto più punti? Credo che alla fine la classifica rispecchi i valori della squadra. Bisogna essere concreti e pratici: abbiamo fatto questi punti ma si può migliorare sotto tanti aspetti. Abbiamo un mister esperto e bravo. Dobbiamo seguirlo e cercheremo di fare le prossime partite con la stessa attenzione e cattiveria. La prestazione di Da Riva? Ha fatto due gol e bisogna fargli i complimenti. Deve avere solo la testa sulle spalle, lavorare sodo e continuare così. Se questa può essere la gara della svolta? Abbiamo vinto una partita e ora abbiamo cinque giorni per recuperare. Ci godiamo questa vittoria ma dalla settimana prossima penseremo alle partite successive. L’importante sarà continuare ad avere questa cattiveria e restare concentrati su ogni particolare.