A campionato finito (virtualmente per una squadra, concretamente per l’altra) Juventus e Vicenza si sono affrontate in un test amichevole a Vinovo, sede degli allenamenti della formazione bianconera. Già dopo pochi minuti i campioni d’Italia hanno fatto valere le due categorie di differenze andando in rete con il rigore trasformato da Tevez. Il raddoppio -praticamente immediato- è opera di Marchisio che beffa Alfonso con un pallonetto. Nella ripresa il copione non cambia e nonostante la rivoluzione nei 22 in campo il monologo juventino continua con la doppietta di Osvaldo. Il 5 a 0 finale viene sigillato dalla staffilata di Quagliarella. Gli allenamenti dei biancorossi riprenderanno domani con una seduta mattutina al Morosini.

Juventus primo tempo: Buffon, Ogbonna, Bonucci, Caceres, Pirlo, Marchisio, Pogba, Lichtsteiner, Asamoah, Llorente, Tevez.
Juventus secondo tempo: Rubinho, Ogbonna, Chiellini, Caceres, Isla, Padoin, Pepe, Peluso, Sakor, Quagliarella, Osvaldo. All. Conte
Vicenza primo tempo: Alfonso, El Hasni, Gentili, Murolo, D’Elia, Mustacchio, Sbrissa, Cinelli, Giacomelli, Tulli, Tiribocchi.
Vicenza secondo tempo: Ravaglia, El Hasni, Gentili (20′ Edge), Anaclerio (20′ Bragagnolo), Panizzi, Padalino, Sbrissa (20′ Massimiani), Corticchia, Filippi, Padovan, Giacomelli (30′ Bartulovic). All. Lopez.

10 Commenti

  1. Ancor più memorabile direi il 2-1 inflitto alla Juve in serie A il 4 febbraio 1996 con gol di Otero su rigore e Roby Bum Bum Murgita. Un Menti favoloso ed una squadra irripetibile. Ma al timone c’erano persone serie…..

  2. IL PIU’ MEMORABILE DI TUTTI E’ UN 6-2 a TORINO NEL CAMPIONATO 1942-43 QUANDO GIOCAVA CON IL VICENZA UN CERTO COLAUSSI CAMPIONE DEL MONDO NEL 1938!!!!!!!!!!!!!!

    • Anche un 6-2 sul Napoli di Zoff non fu poi così male: mi ricordo (sono classe 1964) che nei distinti i napoletani avevano messo lo striscione: “ZOFF SEI IL PIU’ GRANDE PORTIERE DEL MONDO” , dopo i primi quattro gol, ovviamente lo tolsero. Credo fosse due o tre campionati prima del REAL VICENZA (quello vero, di GB FABBRI, di PIPPO FILIPPI, più amato ancora di Pablito, e di PAOLO ROSSI. Che ricordi…anche se un po’ sbiaditi! Gianluca, da Torino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui