Oralee Clinica Dentale Vicenza
Mercato

Mercato L.R. Vicenza: tre priorità per i rinnovi ma si attende il ritorno di Stefano Rosso

0
5829

Un mese e mezzo all’apertura del mercato di gennaio con la società berica che ha già iniziato i contatti con alcuni giocatori che hanno il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. I calciatori che si trovano in questa posizione contrattuale non sono pochi, dai portieri Albertazzi e Grandi, ai difensori Bianchi, Bonetto, Pasini e Liviero, ai centrocampisti Cinelli, Luca Rigoni, Zonta, fino agli attaccanti Arma, Guerra, Giacomelli e Tronco. In scadenza di contratto c’è anche Curcio che non rientra nei piani tecnici della società e di conseguenza per l’ex Arzachena l’esperienza in biancorosso terminerà a gennaio, oppure, nel caso non si trovasse una soluzione che sia gradita ad entrambe le parti, a giugno del 2020. Particolari infine sono le posizioni di Emmanuello e Saraniti che sono arrivati in biancorosso con la formula del prestito rispettivamente dalla Pro Vercelli e dal Lecce e del loro futuro si dovrà discutere anche con le società di appartenenza. La dirigenza berica ha già identificato le posizioni prioritarie da definire che riguardano Cinelli, Rigoni e Giacomelli. Le trattative entreranno nel vivo tra qualche giorno quando rientrerà a Vicenza il presidente Stefano Rosso che avrà ovviamente un ruolo fondamentale nelle contrattazioni. Quelle di Cinelli, Rigoni e Giacomelli sono situazioni diverse tra di loro anche se l’intenzione del club berico è quella, per tutti, di allungare il rapporto. Non ci saranno problemi con Rigoni, acquistato dal Parma nelle ultime ore di mercato con la società crociata che nell’intesa raggiunta si è accollata gran parte dell’ingaggio da serie A del mediano di Cogollo del Cengio. Ma con Rigoni c’è già un accordo di massima sulla parola e la volontà di entrambe le parti di proseguire il rapporto porterà sicuramente ad un’intesa. Pronto a rinnovare il contratto è anche Cinelli, grande protagonista della vittoria biancorossa a Trieste, così come Giacomelli che ha sempre sottolineato come la sua volontà sia quella di restare in biancorosso. Un accordo che dovrà soddisfare entrambe le parti e andrà trovato prima dell’inizio del mercato di gennaio perché in caso contrario per regolamento un calciatore con il contratto in scadenza potrà accordarsi con un altro club a parametro zero alla fine delle contrattazioni. Sulle decisioni da prendere avrà un peso importante anche l’aspetto tecnico in un organico che a gennaio verrà solo ritoccato ma che vedrà la società biancorossa pronta a cogliere al volo eventuali occasioni per rendere ancora più competitiva una rosa che, come abbiamo evidenziato ad inizio stagione, ha tutto per vincere il campionato.

Parlare di scelte tecniche a metà novembre è forse prematuro, ma non si va lontano dal vero se si afferma che Emmanuello, arrivato in estate in prestito dalla Pro Vercelli, e Scoppa, che ha parecchi estimatori nel girone C, saranno oggetto di attenta valutazione della dirigenza berica che deciderà se confermarli oppure lasciarli partire dove potrebbero trovare più spazio. A centrocampo potrebbe essere inserito un esterno di fascia, meglio se adattabile ad entrambe le corsie (tra gli addetti ai lavori circola il nome dell’ex bassanese Federico Furlan) e non è escluso che si possa pensare anche a rinforzare il reparto offensivo con l’inserimento di una punta di assoluto valore per la categoria qualora si procedesse ad una cessione tra gli attaccanti attualmente in rosa. Alle tante domande che ci sono arrivate dai tifosi biancorossi sulla possibilità di vedere a Vicenza Giampaolo Pazzini dell’Hellas Verona, rispondiamo che si tratta di voci prive di alcun fondamento tanto che dalla società scaligera l’indiscrezione è stata battezzata come “mega bufala”. Diversa è la situazione (soprattutto a livello di ingaggio …) di  Raphael Chidi Odogwu, centravanti nigeriano che milita nella Virtus Verona di Gigi Fresco a cui piacerebbe molto avere la possibilità di vestire la maglia biancorossa. Di concreto, anche in questo caso, al momento non c’è nulla con il direttore sportivo del club berico Giuseppe Magalini che però sta lavorando per essere pronto a cogliere al volo le opportunità che si presenteranno nel mercato di gennaio.