Sistemate le corsie esterne con l’arrivo di Nicola Dalmonte, il direttore sportivo del club biancorosso Giuseppe Magalini si potrà concentrare nei prossimi giorni sulla questione portiere. Appurato che la pista che porta a Vincenzo Fiorillo non ha compiuto i passi avanti sperati, la dirigenza berica sta virando sui nomi di Federico Marchetti, Guglielmo Vicario su cui però è in netto vantaggio il Pordenone, e di Ivan Provedel di cui si parla da tempo senza che la società di via Schio abbia finora stretto i tempi per arrivare alla fumata bianca.

Probabile che fino ad oggi il club berico abbia atteso l’evolversi della situazione a Pescara dove il ritorno di Massimo Oddo sulla panchina abruzzese ha senza dubbio reso meno probabile la cessione di Fiorillo che di recente ha spiegato come la sua volontà sia quella di restare a Pescara ma che l’ultima parola spetta alla società. Parole abbastanza criptiche dopo che, una decina di giorni fa, forse anche spinto dal desiderio della compagna vicentina di tornare a vivere a Vicenza, il portiere del Pescara aveva seriamente valutato la proposta della società biancorossa senza che la trattativa prendesse poi una svolta decisiva. Possibile quindi che la dirigenza berica stia pensando adesso di accelererare e di consegnare a Mimmo Di Carlo il portiere che manca nell’organico con Provedel che, qualora (magari) l’Empoli decidesse di partecipare in parte al pagamento dell’ingaggio, potrebbe essere il favorito. Nel contesto non va dimenticato l’ottimo pre campionato che sta disputando Semuel Pizzignacco che la dirigenza di via Schio potrebbe mandare a giocare consentendo al giovane estremo difensore di Monfalcone di fare esperienza e di confermare il suo valore. Nel caso (probabile) servirà un altro innesto nell’organico che possa ricoprire il ruolo di terzo portiere.