Contro il Pisa mister Di Carlo dovrà fare a meno degli infortunati Ierardi, Jallow e Da Riva ma potrà contare sul pieno recupero dei vari Cappelletti (nella foto), Zonta, Nalini e Dalmonte che in settimana hanno lavorato con il gruppo dimostrando di aver superato i rispettivi acciacchi. Il tecnico biancorosso sceglierà l’undici iniziale anche tenendo conto del match in programma martedì al “Menti” contro la Cremonese. Ecco quindi che in difesa Padella potrebbe andare in panchina per essere al meglio martedì contro i grigiorossi, così come a centrocampo i ballottaggi tra Rigoni e Pontisso e tra Agazzi e Cinelli vanno visti sotto la stessa ottica. In avanti Giacomelli agirà da trequartista, con Gori e Meggiorini a cui sarà affidato il compito di perforare la non certo impenetrabile difesa dei nerazzurri toscani.

Nel Pisa sono indisponibili i lungodegenti Sibilli e Masucci, con il tecnico D’Angelo che ha convocato tutti i rimanenti componenti della rosa. L’allenatore del Pisa dovrà decidere chi schierare tra Lisi e Beghetto nel ruolo di terzino sinistro, mentre nel reparto arretrato pare intenzionato a confermare Birindelli, Caracciolo e Varnier con Meroni e Benedetti pronti a subentrare, nel caso ce ne fosse bisogno, a gara in corso. In mediana potrebbe essere la volta della prima da titolare di Mastinu, soluzione che se adottata potrebbe portare l’ex biancorosso Gucher ad agire da interno con uno tra De Vitis, Mazzitelli e l’altro ex Siega in panchina. In attacco sicuro di una maglia è Marconi, con cui potrebbe far coppia Vido con Palombi in panchina.

 

Pisa (4-3-1-2) Gori; Birindelli, Varnier, Caracciolo, Beghetto; Siega, De Vitis, Mazzitelli; Gucher; Vido, Marconi. A disp. Perilli, Belli, Pisano, Loria, Benedetti, Soddimo, Meroni, Quaini, Lisi, Mastinu, Marin, Marsura, Palombi. All. D’Angelo.

L.R. Vicenza (4-3-1-2) Grandi; Bruscagin, Pasini, Cappelletti, Beruatto; Zonta, Rigoni, Agazzi; Giacomelli; Meggiorini, Gori. A disp. Perina, Zecchin, Valentini, Padella, Barlocco, Pontisso, Cinelli, Vandeputte, Nalini, Dalmonte, Lanzafame, Longo. All. Di Carlo