Queste le dichiarazioni dei biancorossi al termine della gara disputata al “Castellani”:

Simone Guerra: “E’ stata una grande partita da parte di tutta la squadra in una situazione di emergenza. L’abbiamo ripresa nel finale ma credo che alla fine meritassimo più noi. Sono contento della mia prestazione. Dopo tanto tempo sono ritornato in campo, ma io mi metto a disposizione del gruppo cercando di farmi trovare pronto quando vengo chiamato in causa. Da esterno mi sono trovato bene. Sicuramente è un ruolo diverso da quello di attaccante ma se si gioca di squadra è più facile per tutti. In questi mesi ho cercato sempre di allenarmi bene, poi il mister ha fatto altre scelte; oggi c’è stata questa opportunità e credo di averla sfruttata bene. L’assist per Meggiorini? Sì, in realtà voleva essere un tiro ma fortunatamente lui si è trovato nella posizione giusta e ha fatto gol, complessivamente comunque è stata una bella azione. A Monza dovremo ripetere questa prestazione a livello caratteriale. Sappiamo che andiamo ad incontrare un’altra squadra molto forte però probabilmente recupereremo altri giocatori che ci aiuteranno. Se prepariamo sempre così le partite, comunque, potremo dire la nostra.”

Samuele Longo: Voglio dedicare il mio primo gol in biancorosso alla mia ragazza e a mia figlia nata da poco. Abbiamo fatto una partita di carattere, dimostrando ancora una volta la compattezza di questo gruppo. Abbiamo lavorato per tre settimane nel miglior modo possibile per le condizioni difficili in cui eravamo e credo che il punto guadagnato sia il minimo per come abbiamo dovuto preparare questa partita. Ho voglia di diventare un giocatore importante per questo gruppo di cui sono contento di far parte. Sono felice perché ho trovato dei grandi uomini e da parte mia c’è tanta voglia di ripagare la fiducia della società e aiutare nel miglior modo possibile i miei compagni ad ottenere gli obbiettivi prefissati. Ora sto bene, inizialmente immaginavo che mi servisse un po’ di tempo per adattarmi. Ovviamente il cento per cento arriva con la continuità ma sicuramente mi sento in forma. Tra tre giorni avremo un’altra bella opportunità di sfidare una squadra impegnativa come il Monza. Sono tutte partite complicate ma anche a Monza andremo con l’idea di vincere.

Riccardo Meggiorini (intervista DAZN) : Sappiamo che fino a quando l’arbitro non fischia la fine le partite non sono mai finite. Oggi abbiamo fatto un’ottima prova, con un attaccante che ha giocato esterno , un centrale difensivo appena recuperato da venti giorni a casa con il Covid, quindi bravissimi tutti, perché comunque non giocavamo da tre settimane e venire su uno dei campi più difficili del campionato non era sicuramente facile. Quindi complimenti a noi che ci abbiamo creduto fino in fondo. L’esperienza del Covid in squadra? Da una parte ci è andata bene che c’era la sosta ma dall’altra non abbiamo potuto disporre di tanti giocatori. Ci siamo fatti trovare pronti ugualmente e siamo stati bravi non solo con il fisico ma anche con la testa, con una prova che ci lascia ben sperare per il futuro. Quella di oggi è il classico esempio di una partita fatta con il gruppo, una partita che si era messa male e che sembrava stregata ma siamo stati bravi ed è stato freddo Longo sul rigore finale. Rispetto ad inizio campionato siamo maggiormente equilibrati e se ci divertiamo è anche meglio.